Calciomercato Inter: Dalbert a un passo dal Monaco

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 23: Sportif Director of FC Internazionale Milano Piero Ausilio looks on prior to the serie A match between US Sassuolo and FC Internazionale at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 23, 2017 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Attivissimo, specialmente in uscita, il calciomercato Inter che dopo gli ingaggi di De Vrij e Martinez può ritenersi soddisfatta per aver sistemato sia la difesa che l’attacco, specialmente se dovesse andare via uno dei pezzi da novanta nerazzurri, ovvero Skriniar o Icardi. Sembra comunque essere arrivata a capolinea l’avventura di Dalbert all’Inter, una storia d’amore mai iniziata che ha visto all’inizio arrivare il calciatore sospinto da grande entusiasmo perché si sperava di poter risolvere il problema della fascia laterale, cosa tramontata quasi subito visto il mancato adattamento del difensore brasiliano al calcio italiano, cosa spesso accaduta nell’Inter che ha visto numerosissimi terzini sinistri naufragare sulla sua strada, ultimo fra tutti Dodò, senza dimenticare Ansaldi ed Erkin, fortemente voluti l’anno scorso dall’attuale tecnico della nazionale Roberto Mancini e finiti subito nel dimenticatoio per il nuovo tecnico De Boer, tanto da dover approdare al più presto in nuovi lidi.

Dalbert non ha fatto eccezioni e fin da subito ha deluso le aspettative del tecnico Spalletti che l’ha utilizzato pochissimo. Il tecnico toscano ha infatti preferito puntare sui vari Nagatomo (prima della cessione di Gennaio), Santon e soprattutto su D’Ambrosio, che anche se fuori ruolo ha saputo mostrare maggiore affidabilità in fase difensiva grazie alla sua capacità di accentrarsi e all’essere letale sui calci pizzati.

Calciomercato Inter: i parametri del fair play finanziario

Vista la conferma di Santon, calciatore duttile che può giocare sia a destra che a sinistra, la permanenza del brasiliano appare per lo più superflua e secondo quanto riportato da Sky Sport Dalbert sarebbe ormai a un passo dal Monaco, società a cui approderebbe in prestito oneroso per la cifra di 3 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 24, occasione che la società di proprietà Suning non può certo lasciarsi sfuggire visti i 45 milioni di euro che dovranno capitalizzare prima della fatidica data del 30 giugno 2018, data in cui si dovrà rendere conto agli accordi presi con l’UEFA per il fair play finanziario. Il poter contare su delle cessioni sicure è senza dubbio importate, ormai, per tutte le società calcistiche che devono fare della differenza tra entrate e uscite e sulle plusvalenze il loro punto di forza, per questo diventa essenziale il ruolo del direttore sportivo, che avrà sempre più peso in ogni società sportiva perché rappresenterà l’uomo che dovrà acquistare bene, per poi vendere meglio e poter in questa maniera fare il mercato e ricostruire le squadre.

Calciomercato Inter: Ausilio chiamato all’impossibile

Con la Champions League da disputare il direttore sportivo dell’Inter Ausilio è veramente chiamato a una grande impresa, dovrà infatti rafforzare la squadra per far fronte all’impegno nella massima competizione europea dell’Uefa ma allo stesso tempo dovrà far quadrare i conti cercando di avere plusvalenze per un totale di 45 milioni di euro, cifra non trascurabile per chi dovrà fare un mercato importante. Il rafforzamento della squadra dovrà quindi passare tutto attraverso le cessioni, alcune delle quali già sono state trattate e messe in conto, come quella di Kondogbia e di Nagatomo, altre che devono necessariamente essere fatte se non si vuole rischiare una sanzione Uefa. I calciatori appetibili sul mercato sono diversi, due su tutti Brozovic e Perisic, senza dover per forza scomodare Icardi, per non parlare di Candreva, che certamente non gode di grande simpatia tra i tifosi nerazzurri e forse sarebbe un bene cedere.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: