Calciomercato Inter: Mateo Kovacic potrebbe tornare

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
CAGLIARI, ITALY - NOVEMBER 25: Marcelo Brozovic of inter celebrates his goal 0-2 with the team mates during the Serie A match between Cagliari Calcio and FC Internazionale at Stadio Sant'Elia on November 25, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

(Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Mateo Kovacic vuole andare via del Real Madrid per giocare di più e l’ha confermato in un’intervista concessa al quotidiano spagnolo sportivo “Marca” pochi giorni fa durante il ritiro della nazionale croata ai mondiali; queste le sue parole al riguardo: “Voglio giocare di più, meglio che vada via da Madrid. Amo il calcio e voglio stare in campo. Voglio l’opportunità di essere titolare in un’altra squadra. Se non gioco non sono felice”.

L’Inter vorrebbe quindi approfittarne per riportare il giocatore croato a Milano dove ha giocato due stagioni mezzo totalizzando complessivamente 80 presenze con 5 reti e dove lo riaccoglierebbe a braccia aperte dopo averlo lanciato in serie A, visto che quando l’ho cedette nell’estate del 2015 al Real Madrid per 32 milioni più 3 di bonus, fu costretto a farlo per motivi di bilancio e oltretutto alla vigilia di una stagione senza coppe europee da giocare.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

In questi anni nel club madrileno il croato è migliorato tanto stando a contatto con i tanti campioni avuti al suo fianco, vincendo tre champions league, una liga, una supercoppa spagnola, due supercoppe europee e due coppe del mondo per club.

Nel club nerazzurro tra l’altro raggiungerebbe Perisic e Brozovic i suoi compagni di nazionale (nella Croazia 43 presenze un gol), nella quale ha esordito nel marzo 2013 e dove ha partecipato al Mondiale brasiliano 2014 e all’Europeo francese 2016.

Il suo cartellino è valutato 40 milioni e il suo ingaggio attuale in Spagna è di 4,4 milioni annui, cifre che l’Inter può raggiungere grazie anche alla qualificazione alla prossima Champions League, anche se deve battere la concorrenza della sua rivale più acerrima: la Juventus di Massimiliano Allegri che è sempre stato un suo grande estimatore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: