Calciomercato Juve: Lewandowski e Milinkovic Savic, i piani della dirigenza bianconera

Pubblicato il autore: Giacomo Aloise Segui
WROCLAW, POLAND - MARCH 26: Robert Lewandowski of Poland gestures during the international friendly soccer match between Poland and Finland at the Municipal Stadium on March 26, 2016 in Wroclaw, Poland. (Photo by Adam Nurkiewicz/Getty Images)

Robert Lewandowski – Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Sicuramente il problema terzino destro è quello più urgente in casa Juventus, che porta avanti due piste contemporaneamente: si continua a monitorare la situazione Darmian, per il quale il Manchester United non è disposto ad accettare meno di 20 milioni di euro, e si continua a lavorare per l’ormai ex Inter Joao Cancelo, ma i 40 milioni chiesti dal Valencia sono tanti per la dirigenza bianconera, che sembra voler inserire Pjaca nella trattativa.
Nelle ultime ore, inoltre, sembra si sia aperta la pista Boateng, anche se in realtà per quanto riguarda i centrali di difesa la Juventus sembra essere coperta per la stagione 2018/2019, avendo a disposizione Chiellini, Benatia, Rugani, Barzagli e il rientrante Caldara.
Al Bayern Monaco, però, l’osservato speciale potrebbe essere Robert Lewandowski, pallino della dirigenza bianconera che sarà sicuramente uno dei protagonisti del giro di attaccanti che si scatenerà quest’estate. Giro di attaccanti che coinvolgerà sicuramente anche il Pipita Gonzalo Higuain, fino a qualche giorno fa accostato all’Inter in ottica di uno scambio tutto argentino con Mauro Icardi; tuttavia quest’ipotesi sembra sempre meno probabile.

Nel frattempo Marotta tiene d’occhio il talentino russo Aleksandr Golovin, protagonista di un avvio di Mondiale davvero eccezionale con la sua nazionale e già da tempo sul taccuino dell’ad bianconero. Alle parole incoraggianti del padre di Golovin si aggiungono quelle dell’ex Massimo Carrera, che ha speso parole importanti nei confronti del centrocampista classe 1996. A centrocampo si continua a lavorare per portare in bianconero Milinkovic-Savic, ma per ora le richieste di Lotito e Tare hanno trovato un “no” da parte della società bianconera. L’idea di base è quella di trattare al fine di far scendere il prezzo, magari aggiungendo anche qualche contropartita tecnica gradita alla squadra della capitale. In ogni caso la società bianconera dovrà fronteggiare gli assalti dei top club europei per il centrocampista serbo, in primis Real Madrid e Manchester United. Sempre a centrocampo, sembra essere tornato di moda il nome di Tielemans, giovane talento di nazionalità belga attualmente in forza al Monaco. Già in passato era stato accostato ai bianconeri, per poi accasarsi con i monegaschi la scorsa estate; il centrocampista aveva spiegato di aver preferito il Monaco ai bianconeri a causa dell’elevata concorrenza che avrebbe incontrato a Torino, chissà se ora si sente pronto ad affrontare una sfida come quella bianconera.

Mandragora potrebbe essere la chiave per arrivare al belga, dato l’interesse del Monaco per il centrocampista che questa stagione ha vestito la maglia del Crotone. Anche il Genoa è interessato al centrocampista, per il quale la Juve ha fissato una valutazione di 20 milioni di euro.
In uscita preoccupa la situazione Pjanic; sul regista bosniaco sembra esserci l’interesse del Barcellona, che secondo alcune indiscrezioni sarebbe disposto ad offrire una cifra intorno ai 55 milioni più André Gomes come contropartita tecnica, che ormai non rientra più nei piani blaugrana. La Juventus non è disposta a sedersi al tavolo delle trattative per una cifra inferiore ai 70 milioni, cercando di blindare così il proprio regista.
Sempre in uscita c’è da risolvere la situazione Sturaro: il centrocampista è molto gradito all’estero, su tutte Leicester e Eintracht Francoforte, ma non è da escludere una soluzione italiana, con magari un ritorno al Genoa.

  •   
  •  
  •  
  •