Higuain, la Juventus fa il prezzo: per il Pipita servono 55 milioni

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Gonzalo Higuain – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Higuain, ok il prezzo è giusto. Partiamo dal fatto che la Juventus non vuole vendere Gonzalo Higuain. Però in tempi di calciomercato è sempre dare il giusto valore a ogni cosa. Nell’estate del 2016 il Pipita è stato acquistato dai bianconeri per 94 milioni di euro dal Napoli. Cifra che è stata versata in due rate al club partenopeo. Considerato l’ammortamento di tale operazione oggi il prezzo di Higuain è di 55 milioni di euro. Una quotazione più che legittima per uno dei migliori attaccanti in circolazione. L’argentino compirà 31 anni il prossimo dicembre e se nella prossima stagione il suo rendimento non sarà eccelso questo prezzo calerà ulteriormente. A tal proposito sono sibilline le parole pronunciate nei giorni scorsi da Max Allegri:Nella prossima stagione Mandzukic farà l’attaccante”.

Questo vuol dire due cose: o la Juventus cambia modulo oppure qualcuno farà posto al croato. Già nella finale di Coppa Italia, vinta contro il Milan, il croato ha giocato centravanti al posto di Higuain. I club interessati al Pipita possono essere tanti: dal Psg al Chelsea, sopratutto se i Blues prendessero Sarri come allenatore. In più c’è un altro particolare. Il Paris Saint Germain, sotto controllo della UEFA, ha bisogno di vendere giocatori per 60 milioni di euro entro il prossimo 30 giugno. L’indiziato numero uno per partire sembra essere Cavani. L’uruguaiano piace da sempre alla Juventus. E se Higuain dovesse partire, ecco che il Matador diventerebbe in fretta un concreto obiettivo di mercato per Marotta e Paratici. Il prezzo per il Pipita c’è, ora si aspettano gli acquirenti. Il gran ballo delle punte aspetta solo la prima nota.

Higuain, il Mondiale per rilanciarsi

La Juventus ha vinto lo scudetto e la Coppa Italia anche grazie a Higuain. Il centravanti argentino in questa stagione si è sacrificato molto per la squadra. Forse troppo, tanto da incidere sulla sua media realizzativa. Il Pipita è un grande cannonniere, che in area di rigore perdona raramente. E’ chiaro che a quasi 31 anni, giocando molto spalle alla porta, la lucidità sotto porta può risentirne. In questo senso Cavani è un giocatore, anche per struttura atletica, molto più portato a svariare su tutto il fronte d’attacco.

L’uruguaiano sembra stanco di Parigi, delle bizze di Neymar e di un campionato poco competitivo come la Ligue 1. Anche Cavani è del 1987, quindi la Juventus avrebbe un giocatore di grande esperienza e che conosce bene il campionato italiano. I bianconeri sperano che Higuain giochi e segni al Mondiale, così da far ingolosire qualche ricco club. Se il Pipita dovesse rimanere a Torino nessuno si strapperebbe i capelli, anzi. Però a  quel punto Allegri dovrebbe inventarsi qualche alchimia tattica per far star più vicini Higuain e Mandzukic. E Dybala? Anche lui spera di giocare e segnare al Mondiale. Più difficile per la Joya, perché in pratica è la fotocopia di Messi. Uno a cui togliere il posto in squadra impresa non proprio semplice. Per lui il prezzo è a otto zeri. E forse non serve segnare in Russia per far venire voglia a qualcuno di spenderli. Proprio no.

  •   
  •  
  •  
  •