Juventus, c’è l’affondo per Chiesa: ecco due contropartite

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

Federico Chiesa (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images scelta da Supernews)


Federico
Chiesa è stato tra i protagonisti dell’ultima stagione appena terminata e continuerà ad esserlo anche in questa sessione estiva di calciomercato. Sul classe ’97 ci sono diversi club pronti a fare follie per averlo. La Juventus è una di queste e non ha nessuna intenzione di lasciarselo scappare. L’esterno della Fiorentina è il miglior talento che si è messo in mostra nell’ultima annata e i bianconeri sono molto attenti ai giovani come dimostrano le recenti trattative per Rugani, Caldara, Bernardeschi. Su Chiesa però è forte l’interesse anche di Napoli, Inter e Roma che non stanno certo a guardare e proveranno ad intromettersi nella trattativa. La Vecchia Signora però ha diversi assi nella manica rispetto alle rivali. La programmazione dei bianconeri è stato il punto di forza della società in questi anni di successi e gli affari conclusi nelle scorse ore, come il riscatto di Douglas Costa dal Bayern Monaco a titolo definitivo e l’arrivo di Caldara e Spinazzola dall’Atalanta lo dimostrano.

Juventus, Chiesa si può: il piano

A differenza delle concorrenti sul mercato, la Juventus ha più di un vantaggio per chiudere la trattativa per Chiesa. I bianconeri sarebbero infatti l’unica squadra disposta a lasciare il talento viola ancora un anno a Firenze, esattamente come capitato con l’Atalanta per Caldara e Spinazzola, cresciuti e maturati con la maglia nerazzurra e di ritorno a Torino pronti e con un bagaglio d’esperienza non indifferente. Una carta fondamentale nell’economia di una trattativa complicata che permetterebbe alla Fiorentina di organizzarsi ed individuare l’eventuale sostituto con tutta tranquillità, senza perdere la loro arma migliore nel prossimo campionato. A differenza dell’Inter, che deve attendere di risolvere le grane col UEFA e dovrà aspettare fino al 30 giugno prima di compiere mercato, e del Napoli, che vorrebbe il giocatore immediatamente ma dovrebbe prima cedere Callejon e qualora non lo facesse non potrebbe garantire il posto fisso al giovane Chiesa e tantomeno al più esperto spagnolo. La Juventus, quindi, in questo senso ha il piano migliore per arrivare all’esterno viola.

Juventus, due contropartite per Chiesa

La Fiorentina chiede 60 milioni di euro per Chiesa e la Juventus, in questo momento, non è disposta ad arrivare a quella cifra. Marotta, infatti, ha in mente un piano per provare a convincere la viola. L’inserimento di due contropartite tecniche e una cifra adeguata per arrivare al giovane talento. Le due ipotesi sono legate ai nomi di Mandragora e Pjaca. Se per il primo non ci sarebbero problemi a trasferirsi a Firenze, e la stessa squadra dei Della Valle sarebbe ben disposta ad averlo viste le voci che circolano su Badelj, dato per partente, per l’esterno croato esiste un problema. Pjaca infatti farebbe resistenza al trasferimento in viola, considerando la piazza non adeguata alle sue ambizioni di vittoria. Tornato dal prestito dallo Schalke 04, l’attaccante si sente pronto per giocarsi il posto alla Juventus e, per il momento, non sembra intenzionato ad accettare squadre ritenute meno prestigiose. L’affare Chiesa resta comunque nel vivo e la Juve fa sul serio rimanendo la favorita sul mercato.

  •   
  •  
  •  
  •