Mercato Juventus, le cessioni portano Cancelo: ecco il piano di Marotta

Pubblicato il autore: Giuseppe Consiglio Segui
UDINE, ITALY - MAY 06: Joao Cancelo of FC Internazionale in action during the serie A match between Udinese Calcio and FC Internazionale at Stadio Friuli on May 6, 2018 in Udine, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Joao Cancelo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il matrimonio tra la Juventus e il terzino di proprietà del Valencia, Joao Cancelo, si farà. Sembra ormai che Marotta sia entrato nell’ordine di idee di chiudere questo lungo tira e molla con la società spagnola e fare un importante investimento sull’ex Inter per garantire a Max Allegri nuova vitalità sulla fascia destra, dopo l’addio di Lichtsteiner, in un settore che ha sempre sofferto l’assenza di una soluzione di primo livello. Il portoghese sembra rispondere ai requisiti richiesti dalla Juventus: qualità, corsa, intelligenza tattica e duttilità fanno di Cancelo il meglio che il mercato può oggi offrire su quel settore. La cifra chiesta dal Valencia è nota: 40 milioni di euro non trattabili. O almeno questo traspare dai primi dialoghi con la società spagnola, con la quale vi sono comunque buoni rapporti e che, soprattutto, ha necessità, causa FFP, di monetizzare entro la fine di questo mese. La dirigenza dei campioni d’Italia sta provando ad abbassare le pretese del Valencia, che allo stato attuale non molla.

Ecco allora che Marotta sembrerebbe ormai pronto a presentare un’offerta per Cancelo che si avvicina molto ai 40 milioni di valutazione, anche per evitare sorpassi che partono da Manchester, sponda Old Trafford. Le formule potrebbero essere sostanzialmente due: prestito oneroso con obbligo di riscatto fissato a 30 oppure pagamento dilazionato su più esercizi. La sensazione è che alla fine il Valencia, chiamato ad una corsa contro il tempo da qui al 30 Giugno, possa decidere di andare incontro alla Juventus e mollare definitivamente la presa, senza irrigidirsi sulla cifra di partenza.
Quella di Cancelo sarà però un’operazione autofinanziata. Infatti i bianconeri non attingeranno a risorse proprie per affondare il colpo sul terzino iberico ma sono pronti a sfruttare il buon mercato che gira attorno a due giovani che hanno fatto, nell’ultima stagione, un’ottima figura dalle parti di Crotone e Perugia. Parliamo di Rolando Mandragora e Alberto Cerri. Infatti per il centrocampista e l’attaccante, fuori dagli uffici di Marotta, c’è la fila delle pretendenti per assicurarsi due potenziali crack.

Stando a quanto riporta Tuttosport, per Mandragora la strada sembra segnata: Genoa o Monaco. I rossoblu di Preziosi, dai quali la Juventus acquistò il calciatore campano tre anni fa, hanno sondato le richieste bianconere già ai tempi dei negoziati per Perin e sono disposti a fare un investimento da 15 milioni, certi del grande ritorno che già tra un anno potrebbe garantire la cessione del centrocampista. Dall’altro lato c’è il Monaco: il club del Principato, sempre attento ai baby talenti del nostro calcio, si spingerebbe anche oltre, offrendo una cifra molto vicina ai 20 milioni che la Juventus chiede per Mandragora.

Alberto Cerri è reduce da un’ottima stagione al Perugia, condita da 33 presenze e 15 gol nel campionato di Serie B. Le sue qualità sono state molto apprezzate in Germania dall’Eintracht Francoforte, la squadra di Kevin Prince Boateng, che ha battuto in finale di DFB Pokal la corazzata Bayern Monaco. Già da diverso tempo i tedeschi hanno bussato dalle parti dell’Allianz Stadium per sondare il giovane attaccante classe ’96: la Juventus ha fatto il prezzo sui 15 milioni. Tanti altri club hanno chiesto informazioni su Cerri e sulla possibilità di accaparrarselo per la prossima stagione, ma senza avvicinarsi, ad oggi, all’offerta proveniente da Francoforte, da cui Marotta attende che venga formalizzata un’offerta ufficiale. Dopo di che partirà l’affondo definitivo della Juventus a Joao Cancelo.

  •   
  •  
  •  
  •