Mercato Lazio: è ai dettagli la trattativa per Francesco Acerbi

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

Dopo l’addio di Stefan De Vrij, accasatosi all’Inter, in casa biancoceleste non hanno perso tempo al fine di assicurarsi un centrale difensivo dall’elevata esperienza e che possa garantire massima sicurezza. E’ oramai ad un passo dalla fumata bianca la trattativa che porterà Francesco Acerbi dal Sassuolo alla Lazio. L’ex neroverde si appresta a firmare un contratto dalla durata quadriennale a 1,5 milioni di euro a stagione, mentre il club di Lotito è intenzionato a versare alle casse del club del patron Squinzi la somma di 6 milioni di euro più il cartellino di Danilo Cataldi, il quale dopo una stagione insieme al Benevento, ritroverebbe nuovamente nelle vesti di allenatore Roberto De Zerbi. Gli emiliani chiedono, però, 7 milioni di euro per la cessione di Acerbi, ma considerando l’esigua forbice tra domanda ed offerta, i segnali sono decisamente positivi.

Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare

Per Acerbi, dopo cinque stagioni al Sassuolo, in cui ha collezionato ben 172 presenze, tra campionato e coppe, impreziosite da 11 reti, sarebbe un gradito ritorno in una grande piazza, dopo la sua breve ed improficua parentesi di sei mesi, nel 2012, tra le fila del Milan. Ovviamente da quell’esperienza rossonera, tanti episodi hanno mutato la vita del difensore lombardo, il quale nel 2013 combatté il suo avversario più temibile, ossia un cancro al testicolo, che riuscì a sconfiggere con tanto coraggio e perseveranza. Sempre nel 2013, venne squalificato per esser risultato positivo alla gonadotropina, sostanza vietata ma che venne assunta proprio per curarsi dal brutto male che lo colpì. Superati, seppur con fatica, questi due episodi che lo misero a dura prova, Acerbi tornò in campo in pianta stabile nell’agosto 2014, diventando un leader e un baluardo difensivo della compagine emiliana.

Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare

Con il Sassuolo ha ottenuto cinque salvezze di fila oltre alla memorabile partecipazione in Europa League, durante l’edizione 2016/2017. Acerbi ha più volte ribadito, nelle interviste che ha rilasciato, di essere maturato molto sia dal punto di vista professionale che personale, per via soprattutto della malattia che ha dovuto fronteggiare, che gli ha permesso di osservare la vita sotto un’altra ottica. In merito a ciò, infatti, non ha mai lesinato di affermare che se avesse affrontato con la maturità di oggi, quell’esperienza al Milan, di sicuro non avrebbe fallito tale chance. Siccome, però,  la vita, molto spesso, concede una seconda opportunità: dopo aver ben impressionato nella tranquilla Sassuolo, per Acerbi ora è il momento di tornare a calcare il terreno di gioco di un grande stadio, accingendosi ad indossare i colori biancocelesti, con l’obiettivo principale di sciorinare tutta la sua padronanza nel guidare la difesa, senza far rimpiangere quel De Vrij, amato dalla tifoseria degli “aquilotti” ma ceduto all’Inter senza tanti rimpianti dopo quanto accaduto in quella fatale ultima giornata dello scorso campionato che è costata la qualificazione in Champions dei capitolini.

  •   
  •  
  •  
  •