Mercato Parma: Vasco Regini, il nome nuovo per la difesa

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Il campionato di serie A si prospetta duro ed insidioso, soprattutto per una neo promossa come il Parma, società dal glorioso passato ma reduce da quattro anni significativi, in cui è stata costretta a ripartire dall’inferno della serie D, per poi tornare nuovamente nell’ambito palcoscenico dei “grandi”. Tra gli aspetti che vanno migliorati, al fine di disputare un torneo senza correre grandi rischi e senza farsi trovare impreparati al cospetto di altre compagini in lotta per non retrocedere, vi è quello di potenziare il pacchetto arretrato attraverso uomini d’esperienza che conoscano alla perfezione le dinamiche della serie A.

Un filo diretto sembra esser stato imbastito con la Sampdoria, in quanto dopo la trattativa, in via di esito positivo, per Viviano, ed un sondaggio per Silvestre, in casa Parma sta riscuotendo interesse Vasco Regini, anch’egli difensore in forza alla compagine blucerchiata. Il terzino sinistro è legato contrattualmente con il club di Massimo Ferrero attraverso un contratto con scadenza 30 giugno 2021, ma non è da escludere che possa lasciare la Lanterna, anche perché appare plausibile che il tecnico della Doria, Marco Giampaolo, voglia puntare su un altro profilo, in quanto le prestazioni di Regini siano risultate, spesso, altalenanti.

La sua carriera narra di campionati disputati prevalentemente in serie A, con qualche passaggio in B. In serie cadetta ha militato tra le fila di Cesena ed Empoli, mentre in A il suo nome è legato a doppio filo con quello della  Sampdoria oltre che ad un  breve cameo con la maglia del Napoli. Con i doriani ha collezionato ben 130 presenze tra campionato e coppe, mentre nella compagine partenopea, dove disputò solo mezza stagione dal febbraio a giugno 2016, con Sarri in panchina, annoverò solamente un’apparizione, senza incidere minimamente. Il Parma sta proiettando le attenzioni su questo calciatore che non infiammerà il cuore dei tifosi gialloblù ma di certo sarebbe in grado di donare sicurezza all’intero reparto arretrato, oltre che una buona dose d’esperienza, fattore, questo, su cui la dirigenza gialloblù sta puntando onde evitare di disputare un campionato caratterizzato da un’affannata corsa per  rimanere in serie A.

A volte mirare sull’esperienza non è sinonimo di personaggi dall’elevata caratura, bensì,spesso, si tratti dei  cosiddetti “gregari”, abili nello svolgere il compito di donare un importante contributo alla causa. Regini è uno di questi, uno di quei calciatori che raramente finiscono sotto le luci della ribalta, ma con l’impegno e l’abnegazione riescono a  superare anche alcuni limiti tecnici. I ducali non tralasciano questa pista ed attendono eventuali segnali positivi sia dalla Sampdoria che ovviamente dal calciatore, sperando che quest’ultimo possa essere disposto ad intraprendere un nuovo cammino professionale in una piazza altrettanto prestigiosa ed in cerca di riscatto. 

  •   
  •  
  •  
  •