Mercato Spal: gli estensi blindano la porta con Milinkovic-Savic

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 01: Alberto Paloschi of Spal celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Spal and FC Crotone at Stadio Paolo Mazza on October 1, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Questa volta non stiamo parlando del sogno nel cassetto della Juventus e dei maggiori club d’Europa, ossia Sergej Milinkovic-Savic, bensì di suo fratello Vanja, portiere in forza al Torino che per trovare maggiore spazio verrà girato in prestito alla Spal. La formula per il trasferimento è stata già trovata, non resta che attendere l’ufficialità. La Spal, quindi, considerando la partenza di Meret, con destinazione Napoli, affiderà le chiavi della propria porta a questo gigante serbo, alto 202 centimetri. Portiere dal fisico statuario, imponente, che di certo non passa inosservato. Vanja non è semplicemente il fratello del più famoso Sergej, ma è un estremo difensore dalle doti tecniche alquanto interessanti, a tratti imprevedibile, ma in grado di palesare una sicurezza inaspettata.

Leggi anche:  Isco-Inter, il padre-agente: "C'è la volontà"

Il classe 1997 dopo esser cresciuto nelle giovanili del Vojvodina e con il quale effettuò il suo debutto in prima squadra, non riuscì, in seguito, ad acquisire il permesso di soggiorno per giocare in Inghilterra con la maglia del Manchester United. A quel punto, nel novembre del 2015 si svincolò dai Red Devils e decise di firmare un contratto con i polacchi del Lechia Danzica, con decorrenza a partire dall’1 gennaio 2016. In Polonia la sua avventura narra di 29 presenze in campionato, per poi essere corteggiato dal Torino che lo ingaggiò nel gennaio del 2017 per una cifra superiore ai 2 milioni di euro, lasciandolo però in prestito sino al termine della stagione al Lechia Danzica. Milinkovic-Savic, nell’aprile dello stesso anno, non essendo stato più schierato dalla compagine polacca, decise di cambiare aria ed approdò nel capoluogo piemontese con qualche messe di anticipo, al fine di prendere contatto con le strutture che lo avrebbero ospitato e con coloro che sarebbero stati i suoi nuovi compagni di squadra.

Leggi anche:  Fiorentina, a gennaio all-in su Caicedo per Prandelli

La sua avventura in granata iniziò ufficialmente nell’estate del 2017 e nella scorsa stagione, pur indossando gli abiti da vice-Sirigu, di lui rimarranno impresse le prestazioni sfoderate in Coppa Italia contro il Carpi e la Roma. Con gli emiliani, Milinkovic-Savic oltre a blindare la porta si rese protagonista di un calcio di punizione da distanza siderale che si stampò clamorosamente sulla traversa. Quando i tifosi videro il serbo accingersi nel calciare la palla rimasero sorpresi, tutti, tranne Sinisa Mihajlovic che era a conoscenza delle particolari doti balistiche del proprio portiere. Performance altisonante che ripetette qualche settimana più tardi all’Olimpico, contribuendo attivamente al successo dei granata sulla Roma, compiendo interventi superlativi e neutralizzando un calcio di rigore a Dzeko. In campionato, invece, lo score parla di una sola apparizione, senza particolari sussulti.

Leggi anche:  Barcellona Milenkovic, sarebbe lui il sostituto di Piqué: lo spagnolo starà fuori sei mesi

Ora, per il gigante Vanja si sta per aprire una nuova parentesi, alla Spal, squadra che lotterà ardentemente per restare in serie A e il portiere serbo avrà la ghiotta opportunità di esprimere al meglio tutto il suo valore avendo a disposizione lo spazio necessario per esibirsi e per ribadire ulteriormente di essere un estremo difensore roccioso e non semplicemente il fratello di quel centrocampista, ora alla Lazio, che fa gola alla Juventus e non solo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: