Calciomercato Lazio, Milinkovic-Savic in standby: rimane un altro anno?

Pubblicato il autore: Cosimo Commisso Segui
BOLOGNA, BOLOGNA - OCTOBER 25: Sergej Milinkovic Savic of SS Lazio celebrate a opening goal during the Serie A match between Bologna FC and SS Lazio at Stadio Renato Dall'Ara on October 25, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

(Photo by Marco Rosi/Getty Images© selezionata da SuperNews )

Sergej Milinkovic-Savic, l’uragano che si è abbattuto sulla Serie A nell’ultima stagione, potrebbe clamorosamente restare a Roma per un altro anno. Il gigante serbo, autore di un Mondiale con più ombre che luci, è richiestissimo sul mercato grazie alle doti sublimi mostrate con la maglia della Lazio. 48 presenze in totale, condite da 14 gol, sono un ottimo bottino per un ventitreenne abituato a giocare nei tre di centrocampo. Eh si, perchè prima dell’intuizione di Simone Inzaghi il giocatore non ricopriva un ruolo offensivo. La svolta avviene in Europa League, durante la partita contro i francesi del Nizza. L’allenatore, nel suo classico turnover di coppa, avanza leggermente il serbo a ridosso delle punte. Mai scelta fu più azzeccata. Vittoria esterna per 1-3 per i biancocelesti e doppietta per Milinkovic-Savic, da lì in poi la sua ascesa è inarrestabile. Tutti i rinvii di Strakosha sono preda del suo metro e novantadue, gli avversari soffrono il suo strapotere fisico ma, come se non bastasse, è la grande qualità a stupire. Il sogno della Lazio di partecipare alla prossima Champions League svanisce all’ultima partita, contro l’Inter di Spalletti e la storia d’amore tra il giovane e la società romana sembra davvero ai titoli di coda. In prima linea, come sempre quando si parla di talenti, c’è la Juventus, che gradirebbe rinforzare il centrocampo. Le richieste di Lotito son, però, proibitive, 150 milioni o niente. Le top europee rimangono alla finestra, ma i campionati del mondo “spingono” Sergej a rallentare la ricerca e concentrarsi sulla crescita personale.

Un altro anno di Lazio?

Si è parlato di Real Madrid, Chelsea, Manchester City, United, Barcellona. E se ci fosse ancora la Lazio nel destino di Milinkovic Savic, almeno per un altro anno? Lotito conosce perfettamente la volontà del giocatore e non lo tratterebbe a Roma, però debbono prima arrivare in sede offerte concrete. Per ora nessuna squadra si è fatta avanti e la soluzione più plausibile resta quella del prolungamento. Il serbo, grato alla Lazio per la fiducia concessa in questi anni, non disdegnerebbe assolutamente un’altra stagione con questi colori. Il banco di prova sarebbe ancora maggiore: riportare i biancocelesti in europa nonostante i rinforzi delle concorrenti. A Torino è arrivato CR7, a Milano Nainngolan, il Napoli è alla ricerca del grande colpo. La squadra romana, invece, ha venduto Felipe Anderson al West Ham per 40 milioni di euro e il rischio che si indebolisca rispetto all’anno scorso è molto alto. Si cercherà di trattenere anche Luis Alberto e soprattutto Ciro Immobile, corteggiato dal Milan.
Per quanto riguarda il mercato in entrata, Igli Tare è alla ricerca di colpi per puntellare la rosa. Le ultime suggestioni riguardano due calciatori esperti, spariti un pò dai radar, ma di grande efficienza. Ramires, ex brasiliano del Chelsea ora in Cina, vorrebbe a tutti i costi un ritorno in europa e la Lazio ci sta pensando. Quest’ultimo ha uno stipendio importante, ma un abbassamento di pretese faciliterebbe la trattativa. Il secondo nome è quello di un campione del mondo, Andrè Schurrle, ora in forza al Borussia Dortmund. L’intesa potrebbe trovarsi per un’offerta tra i 15 ed i 20 milioni di euro ed il tedesco andrebbe a colmare il vuoto lasciato da Felipe Anderson.
Manca meno di un mese all’inizio del campionato e la rosa biancoceleste non è ancora al completo, molto dipenderà proprio da Milinkovic.

  •   
  •  
  •  
  •