Calciomercato Milan, missione Bonucci per Leonardo: trattenerlo sarebbe il primo colpo dell’era Elliott

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Leonardo Bonucci – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Calciomercato Milan, comincia l’era Leonardo. Manca solo l’annuncio ufficiale, atteso magari già domani, ma Leonardo Nascimento de Araujo è il nuovo responsabile dell’area tecnica del Milan targato Elliott. Per il brasiliano si tratta del secondo ritorno a Milanello. Da giocatore era arrivato nell’estate del 1997, per poi lasciare nel 2001. Adriano Galliani lo riportò in rossonero nel 2002, poi dopo un anno divenne dirigente. Nel 2009 Leonardo raccolse l’eredità di Carlo Ancelotti in panchina, per poi lasciare definitivamente il Milan nel maggio 2010. Causa il rapporto sempre peggiore con il presidente Berlusconi. Sette mesi dopo la chiamata dell’Inter di Moratti. L’approdo in nerazzurro di Leonardo fece imbufalire i tifosi rossoneri, che anche in questi giorni hanno manifestato il loro dissenso. Elliott non è si è mosso di un centimetro, anche lo stesso Gattuso ha avuto parole distensive verso il brasiliano. Resta da capire se Leonardo, almeno all’inizio, sarà fiancheggiato da Massimiliano Mirabelli. L’unico superstite, per ora, dell’effimera era cinese al Milan. 

Leggi anche:  Milan, Pioli dopo Juventus-Milan: "Noi meglio nel secondo tempo"

Calciomercato Milan, Bonucci prima spina per Leonardo. Elliott ha rivoltato i rossoneri come un calzino. Il fondo di Paul Singer ha messo un nuovo presidente, Scaroni, un nuovo Cda e scelto Leonardo per dirigere l’area tecnica. Il brasiliano avrà subito la prima grossa gatta da pelare: Leonardo Bonucci. Il capitano rossonero sta vivendo giorni tormentati. Le offerte per lui non mancano, dal Psg al Manchester United, e l’ex juventino vuole capire bene le linee guida con Elliott. Oggi il Milan parte per gli Usa, quanto prima ci sarà un contatto diretto tra i due. Leonardo dovrà agire con cautela sul mercato, rispettando i paletti del Fair Play Finanziario. Non sarà facile, ma per uno che porta il nome di uno dei più grandi geni della storia dell’umanità nulla deve essere impossibile. Nulla.

Leggi anche:  Milan, Pioli dopo Juventus-Milan: "Noi meglio nel secondo tempo"

Calciomercato Milan, tre nomi in corsa per il dopo Fassone

Calciomercato Milan, chi sarà l’erede di Fassone? Manca solo una voce al nuovo assetto societario rossonero: l’amministratore delegato. Elliott ha chiarito nel comunicato di ieri che “la figura dell’ad è già stata identificata e verrà annunciata a tempo debito”.  Paolo Scaroni, per il momento, assumerà anche le deleghe da amministratore delegato. Tuttavia, il nuovo ad è già stato identificato.  Come riporta La Gazzetta dello Sport, i nomi sono quelli di Ivan Gazidis, direttore esecutivo dell’Arsenal, e Umberto Gandini, ex dirigente rossonero ora alla Roma. Potrebbero anche arrivare in coppia, ma pare più verosimile una poltrona sola, con il direttore generale della Federcalcio, Michele Uva, possibile outsider. Tutti uomini con molta esperienza di affari Uefa, il Milan di Elliott vuole ricucire in breve tempo i rapporti con il massimo organismo calcistico in campo europeo.

Leggi anche:  Milan, Pioli dopo Juventus-Milan: "Noi meglio nel secondo tempo"

Calciomercato Milan, un mese di fuoco. Manca meno di un mese alla fine delle trattative e i rossoneri non hanno tempo da perdere. Gattuso ha indicato in tre acquisti i rinforzi indispensabili per la prossima stagione: un centrocampista, un esterno d’attacco e un bomber. Leonardo, probabilmente con Mirabelli, dovrà muoversi in fretta. Prima bisogna cedere e sistemare gli esuberi. Kalinic, Bacca, forse André Silva e ora anche Montolivo. L’ex capitano non fa più parte del progetto tecnico rossonero. Gattuso non l’ha convocato per la trasferta negli Usa. Un modo come un altro per fargli capire che il suo tempo al Milan è finito. Elliott, la rivoluzione rossonera è solo all’inizio.

  •   
  •  
  •  
  •