Cristiano Ronaldo, Portogallo twitta: “Cara Juve, prenditi cura del nostro Capitano”. Intanto CR7 si congeda: “Gratitudine per il Real”

Pubblicato il autore: Martina Gramaglia Segui
ZURICH, SWITZERLAND - MARCH 23: #7 Cristiano Ronaldo of Portugal looks on during the International Friendly between Portugal and Egypt at the Letzigrund Stadium on March 23, 2018 in Zurich, Switzerland. (Photo by Robert Hradil/Getty Images)

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

In giro non si parla d’altro: la notizia delle ultime ore è senz’altro l’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Dopo nove lunghi anni di successi con il Real Madrid, il fuoriclasse portoghese ha deciso di dire basta. Basta con l’intenzione precisa di intraprendere una nuova sfida e possibilmente di vincerla. Del resto Cristiano è abituato a farlo e conosce alla perfezione il sapore del trionfo. Una mentalità vincente che condivide appieno con il club bianconero, reduce da sette anni di dominio incontrastato sul territorio nazionale e da due finali nelle ultime quattro edizioni della Champions League. Purtroppo perse e forse è stata l’ossessione di quella coppa dalle grandi orecchie a spingere la dirigenza verso il colpo grosso. “Il colpo del secolo” come è stato definito. Che i vertici juventini abbiano individuato in CR7 l’uomo giusto, il valore aggiunto per puntare dritti dritti verso la Champions? Lecito immaginarlo. Potrebbe essere un venirsi incontro a vicenda: Cristiano in cerca di nuove e stimolanti avventure, la Juve pronta ad offrirgliele in cambio di tutta la sua esperienza, talento e immagine. Già, perché CR7 è un autentico brand capace di mandare in visibilio mezzo mondo.

Leggi anche:  Dove vedere Inter-Real Madrid Champions League, streaming live e diretta tv Mediaset?

PORTOGALLO “AFFIDA” IL CAPITANO ALLA JUVE

Intanto in un lungo pomeriggio di saluti e lettere di ringraziamento anche il Portogallo non ha voluto esimersi dal trattare la bomba calcistica di un caldissimo 10 luglio. La Nazionale lusitana ha pubblicato su Twitter una foto di spalle del campione di Funchal che recita: “Si scrive il migliore del mondo. Si legge Cristiano Ronaldo”, accompagnata da una didascalia affettuosa rivolta direttamente alla società bianconera: “Cara Juventus, prenditi cura del nostro Capitano”. Una sorta di simpatica e materna raccomandazione ai campioni d’Italia affinché “coccolino” il leader portoghese, regalandogli ancora gloria e trionfi. E c’è da comprenderlo: Ronaldo è un vero simbolo per il paese, un’istituzione dei tempi moderni e un esempio per tutti coloro che amano il buon calcio, dai grandi ai più piccoli.

Leggi anche:  Champions League stasera, SKY o MEDIASET? Dove vedere Juventus Ferencvaros in streaming e in tv

L’ADDIO AI BLANCOS

Un punto di riferimento che anche nel momento dell’addio ha cercato di non deludere la tifoseria e la dirigenza del Real, provando a mettere alle spalle il passato con le parole più adatte possibili. “Questi anni a Madrid sono stati i migliori della mia vita. Nutro profonda riconoscenza per il club, i tifosi e l’intera città. Posso solo ringraziare tutti per l’affetto che ho ricevuto. Tuttavia, ritengo sia giunto il momento di iniziare una nuova tappa della mia vita. Per questo ho chiesto alla società di accettare la mia partenza. Mi dispiace e chiedo scusa a tutti. Spero che i tifosi mi possano comprendere”. E’ solo una parte della lunga lettera di commiato con la quale l’attaccante portoghese si è congedato dalla squadra, dalla città e dai supporters che per nove anni sono stati la sua casa e la sua famiglia allargata. Ma in poche righe, è possibile apprezzare la gratitudine di un campione infinito, un ragazzo venuto da un piccolo paesino portoghese, ma che ha fatto la storia del calcio mondiale. Forse qualche motivazione era venuta meno, ma grande rispetto da parte di CR7 per tutto ciò che è stato. Adesso si volta pagina: all’ombra della Mole il popolo bianconero aspetta trepidante, pronto ad abbracciare la sua nuova stella. 

  •   
  •  
  •  
  •