Leonardo, il figliol prodigo torna di nuovo al Milan? Quando Gattuso urlava:”Uomo di m…” (VIDEO)

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Leonardo, ennesimo ritorno a Casa Milan? E’ un uomo che non si fa problemi a compiere scelte che lasciano perplessi, è sempre stato così. Da giocatore, e da campione del mondo, ci mise un attimo ad andare a giocare in Giappone per seguire il maestro Zico. O a lasciare il Paris Saint Germain, che aveva appena vinto la Coppa delle Coppe, per andare al Milan di Capello. Così come non ci ha messo molto a passare dal Milan all’Inter, questa volta da allenatore. Leonardo Nascimento de Araujo è così, prendere o lasciare. Il nome del brasiliano è stato sempre più spesso accostato al Milan negli ultimi giorni. Il brasiliano è stato giocatore, dirigente e allenatore del club rossonero. Il primo approdo a Milanello fu nel 1997, da giocatore. Voluto fortemente da Fabio Capello. In rossonero vinse uno scudetto, con Zaccheroni nella stagione 1998/1999.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan Fiorentina: rossoneri che faranno ancora a meno di Ibra

Nel 2001 il primo addio al Milan. Poi nella stagione 2002/2003 torna per qualche mese, prima di diventare dirigente. Leonardo contribuisce all’arrivo di gente come Kakà, Thiago Silva e Pato. Poi nel 2009 Berlusconi e Galliani gli affidano la panchina lasciata vacante da Carlo Ancelotti. L’avvio non è dei migliori, basti ricordare uno 0-4 in un derby alla seconda giornata contro l’Inter di Mourinho. Poi Leonardo conia il 4-2-fantasia e ottiene una qualificazione in Champions League. Il rapporto con Berlusconi però si deteriora e a fine campionato Leonardo lascia ancora una volta il Milan. A dicembre 2010 arriva la chiamata dell’Inter, Moratti lo vuole al posto di Benitez. I tifosi rossoneri lo insultano pesantemente durante un derby. Quell’anno lo scudetto lo vincono i rossoneri, l‘Inter arriva seconda e vince la Coppa Italia. 

Leggi anche:  Coppa Italia, sorteggi ottavi: Juve-Genoa, Milan-Torino

Leonardo, l’avventura al Psg e poi di nuovo il Milan?

A giugno 2011 Leonardo lascia l’Inter e se ne va al Psg, attratto dal progetto e dai soldi degli sceicchi. Anche l’avventura francese è ricca di problemi, con anche una lunga squalifica per aver insultato un arbitro. Nella passata stagione Leonardo ha avuto una parentesi come allenatore in Turchia, all‘Antalyaspor. Breve e neanche intensa. Ora il suo nome è stato di nuovo accostato al Milan di Elliott. Gli americani stanno valutando la posizione di Fassone e Mirabelli. Il brasiliano potrebbe essere il nuovo direttore generale o il responsabile dell’area tecnica.

Chissà cosa ne penserà Gattuso. L’attuale tecnico rossonero apostrofò pesantemente Leonardo all’Olimpico, dopo che il Milan aveva vinto il campionato. Rino poi si è scusato, ma lui non aveva avuto un buon rapporto con Leonardo neanche quando il brasiliano era l’allenatore rossonero. Oltre a quello del brasiliano ci sono altri nomi per il Milan di Elliott. In primis quello di Ivan Gazidis dell’Arsenal, poi Giovanni Carnevali del Sassuolo. L’unico sicuro di rimanere al suo posto è proprio Gattuso. Elliott ripartirà da lui, e forse da Leonardo. I due sotterreranno l’ascia di guerra per il bene del Milan? Chissà. Intanto i tifosi milanisti si dividono sui social sulla controversa figura di Leonardo. Un uomo che raramente è riuscito a unire tutti in un luogo. Questo Elliott lo tenga ben presente. Molto ben presente.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

Le immagini del 7 maggio 2011: Gattuso insulta Leonardo

  •   
  •  
  •  
  •