Andrea Petagna nuovo rinforzo della Spal

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
FERRARA, ITALY - OCTOBER 01: Alberto Paloschi of Spal celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between Spal and FC Crotone at Stadio Paolo Mazza on October 1, 2017 in Ferrara, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La notizia era nell’aria già da alcuni giorni, poi con l’approdo di Duvan Zapata all’Atalanta, vi è stata la più che comprensibile accelerata. Andrea Petagna lascia la Dea e si trasferisce alla Spal attraverso la formula del prestito a 3 milioni con obbligo di riscatto fissato a 12, in caso di permanenza in A degli estensi. L’attaccante triestino firmerà un contratto quinquennale da 1,3 milioni di euro a stagione. Chiuso dal nuovo arrivato colombiano, oltre che da Cornelius che dall’astro nascente Barrow, Petagna ha compreso che il suo spazio all’interno dell’undici titolare nerazzurro si sarebbe ridotto notevolmente, ragion per cui meglio cercare altre destinazioni e quale piazza migliore di quella ferrarese, con una Spal indomita e coraggiosa, seriamente intenzionata a mettere nel mirino la seconda salvezza consecutiva, dopo quella ottenuta nella passata stagione.

Petagna, cresciuto nelle giovanili del Milan, ha girovagato tra Sampdoria in A, Latina, Ascoli e Vicenza in B,  per poi approdare nell’Atalanta, riscuotendo la piena e incondizionata fiducia da parte di mister Gasperini, soprattutto nella stagione 2016/2017. Forte fisicamente, in grado di sacrificarsi e di far reparto da solo, l’ex orobico non è però un centravanti con uno spiccato fiuto del gol. I suoi numeri, in tal senso, sono chiari ed emblematici: una rete a Vicenza, sette nell’Ascoli e undici in due stagioni tra le fila dell’Atalanta.

Nonostante l’ottimo feeling con il “papu” Gomez, anche fuori dal rettangolo verde, lo spirito combattivo, il coraggio e l’altruismo di quest’attaccante, classe 1995, non si è mai concretizzato in un bottino di reti degno di nota. Il pubblico biancazzurro della Spal spera che questa nuova destinazione possa apportare dei concreti miglioramenti nella carriera di questo calciatore cresciuto nel vivaio rossonero, confermando, così, le ottime premesse di cui si è spesso parlato. Petagna, inoltre, annovera 7 presenze con l’Under 21 ed una in Nazionale maggiore, risalente al 28 marzo 2017 in occasione dell’amichevole internazionale contro l’Olanda.

Semplici si augura di avere a disposizione un giocatore in grado di entrare immediatamente nei meccanismi della Spal, ossia di una squadra che con ferocia e determinazione proverà a mantenere la categoria. Occorrerà, quindi, un centravanti famelico, che concretizzi il più possibile le occasioni da rete che capiteranno. Ed è proprio su quest’aspetto che Petagna è chiamato a dare delle risposte, smentendo coloro che, troppo frettolosamente, lo hanno etichettato come un calciatore generoso ma poco avvezzo nello sfondare le difese avversarie.

  •   
  •  
  •  
  •