Mercato: Cristiano Ronaldo alla Juventus. Siamo oramai agli ultimi dettagli

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
ABU DHABI, UNITED ARAB EMIRATES - DECEMBER 16: Cristiano Ronaldo of Real Madrid runs with the ball during the FIFA Club World Cup UAE 2017 Final between Gremio and Real Madrid at the Zayed Sports City Stadium on December 16, 2017 in Abu Dhabi, United Arab Emirates. (Photo by Francois Nel/Getty Images)

(Photo by Francois Nel/Getty Images© scelta da SuperNews )

Prepariamoci all’arrivo in pompa magna di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Il rumours di mercato, balzato agli onori della cronaca ad inizio settimana si sta gradualmente concretizzando. Sia a Madrid che a Torino, per ragioni diverse, vi è fermento e trepidazione. Nella Capitale spagnola si apprestano a dire addio all’uomo cardine in grado di condurre il Real sul tetto d’Europa nelle ultime tre edizioni consecutive della Champions League, mentre nel capoluogo piemontese è partito il count-down al fine di accogliere CR7 sulla sponda bianconera. La situazione è assai fluida ed ogni ora si accavallano notizie e curiosità che rendono questo colpo di mercato assai intricato e suggestivo. Andando per ordine, al momento l’unica certezza inconfutabile è che Cristiano Ronaldo abbia accettato a pieno la proposta economica da parte della Juventus, ossia un contratto di quattro anni a 30 milioni di euro a stagione, più il 50% degli introiti inerenti gli sponsor.

Leggi anche:  Barcellona Milenkovic, sarebbe lui il sostituto di Piqué: lo spagnolo starà fuori sei mesi

Proprio in queste ore il direttore sportivo bianconero, Fabio Paratici è a Milano in attesa di incontrare il procuratore del fuoriclasse portoghese, Jorge Mendes, il quale dopo aver intrattenuto un serrato colloquio con il Presidente del Real Madrid, Florentino Perez, riporterà la richiesta economica avanzata dai Blancos. Gli indizi si attestano su circa 100 milioni di euro che la Vecchia Signora dovrà versare alle casse delle merengues, ma non è da escludere che la richiesta effettuata dal patron del Real possa essere di poco superiore ai 100 pocanzi citati. Comunque sia, il club bianconero ha fornito la sensazione di possedere tutte le garanzie bancarie per sobbarcarsi tale elevato esborso economico, che permetterà alla Juventus di annoverare tra le proprie fila l’attuale Pallone d’Oro che porterà con sé una ventata di  maggior appeal per quanto concerne la nostra serie A, che vanterebbe la presenza di un campione dalla proporzioni stratosferiche.

Leggi anche:  Isco-Inter, il padre-agente: "C'è la volontà"

Per quanto riguarda, invece, l’eventuale sbarco di Cristiano Ronaldo in Italia, perde quotazione la possibilità che possa essere domani, 7 luglio, il giorno della presentazione ufficiale presso lo “Juventus Stadium“. Niente 7/7 quindi, numero caro al fuoriclasse portoghese, che potrebbe, invece, atterrare nel nostro Paese ad inizio prossima settimana. A Madrid, invece, nessun commiato d’addio nei confronti di Ronaldo, almeno stando a quanto affermato da Florentino Perez, il quale non ha in agenda nessun evento particolare per permettere ai tifosi dei Blancos di salutare il loro leader ed uomo carismatico, ripercorrendo quanto accaduto nel recente passato con gli addii di altri due “mostri sacri” dalle parti di Madrid, ossia Raul e Casillas. Il popolo madridista rumoreggia e lascia trapelare insoddisfazione, anche se le probabilità che possa essere Kylian Mbappé a sostituire CR7 siano decisamente elevate, rappresentando, tale ipotesi, molto più di una semplice suggestione. A Torino, invece, in questo caldo inizio luglio non si sogna più ad occhi aperti ma si avverte quella strana sensazione che qualcosa di straordinario ed impensabile, fino a qualche settimana fa, stia per accadere.

  •   
  •  
  •  
  •