Mercato Inter: Vrsaljko vuole solo i nerazzurri, l’Atletico Madrid vacilla

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 23: Sportif Director of FC Internazionale Milano Piero Ausilio looks on prior to the serie A match between US Sassuolo and FC Internazionale at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 23, 2017 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Dopo gli arrivi di De Vrij, Asamoah, Nainggolan, Politano e Lautaro Martinez, in casa nerazzurra non si accontentano ed hanno come priorità quella di sistemare la corsia destra di difesa dopo l’addio di Joao Cancelo, non riscattato dal Valencia ed approdato alla Juventus. Il nome in cima alla lista del direttore sportivo Piero Ausilio è quello di una vecchia conoscenza del calcio italiano, ossia Sime Vrsaljko, esterno di difesa croato, ora in forza all’Atletico Madrid. Il club dei “colchoneros” per lasciarlo andare via chiede non meno di 30 milioni di euro, cifra, al momento, giudicata piuttosto elevata dalla società di Corso Vittorio Emanuele, che punta ad abbassare le pretese del club spagnolo, facendo leva, altresì, sulla volontà del calciatore di tornare nel campionato italiano, salutando una Liga che lo ha visto più nei panni di comprimario che di titolare indiscusso.

Leggi anche:  Dove vedere amichevole Inter-Pergolettese, streaming e diretta TV Sky?

Vrsaljko nel corso degli anni ha dimostrato di possedere interessanti doti nelle vesti di terzino destro, abile in fase di copertura ed efficace quando occorre spingere in avanti, palesando qualità nel momento di scodellare dei cross a centro area. Cresciuto nelle giovanili della Dinamo Zagabria, approdò in Italia nell’estate del 2013, ingaggiato dal Genoa tra lo scetticismo generale. Ed invece l’esterno croato, classe 1993, dimostrò sin da subito di sapersi adattare ai ritmi del campionato italiano, diventando un punto di riferimento nell’undici rossoblù.

Dopo una sola stagione trascorsa sotto l’ombra della Lanterna, condizionata da un infortunio durante il girone di ritorno che ne limitò l’impiego, fu il Sassuolo a corteggiarlo ed infine convincerlo ad indossare i colori neroverdi. In Emilia disputò due stagioni, dal 2014 al 2016, collezionando complessivamente, tra campionato e coppa Italia, 59 presenze. Nello scacchiere tattico di Di Francesco venne ritenuto inamovibile e sulla corsia di destra rappresentò un punto fermo su cui fare affidamento.

Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre

Il suo rendimento costante e lo spiccato impegno profuso in campo fecero in modo che dalla Spagna si accorsero di lui. A mettere gli occhi su Vrsaljko, come detto,  fu l’Atletico Madrid. Con i “colchoneros” ha alzato al cielo una Europa League, battendo in finale, lo scorso mese di maggio, l’Olympique Marsiglia. I suoi numeri, però, non sono quelli di un titolare, come accaduto precedentemente in carriera. Un infortunio riportato al ginocchio sinistro nel marzo 2017 condizionò, e non poco, la sua avventura agli ordini del “cholo” Simeone, subendo la concorrenza di Juanfran. Il fresco vice-campione del mondo con la Croazia, ha quindi voglia di tornare a presidiare la corsia di destra con continuità.

L’Inter appare disposta a concedergli massima fiducia e la stima da parte di Spalletti sembra essere incondizionata. Inoltre in nerazzurro, Vrsaljko, ritroverebbe due compagni in nazionale, quali Perisic e Brozovic, provando a ripetere quanto di straordinario compiuto durante l’ultimo Mondiale in Russia. I nerazzurri sperano che l’Atletico Madrid non faccia muro, al fine di poter annoverare un tassello di qualità e dal sicuro affidamento nel reparto difensivo.

  •   
  •  
  •  
  •