Mercato Juventus, Mattia Caldara si presenta: “Imparerò dai miei compagni, provando a migliorare costantemente”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 23: Josip Ilicic (4nd L) of Atalanta BC celebrates his goal with his team-mates during the serie A match between AC Milan and Atalanta BC at Stadio Giuseppe Meazza on December 23, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Ieri  è stato il turno di Joao Cancelo, ed  in attesa del grande evento in programma lunedì con l’arrivo a Torino di Cristiano Ronaldo, la scena principale di quest’oggi è per Mattia Caldara. Il giovane difensore centrale, classe 1994, proveniente dall’Atalanta, è stato presentato nel primo pomeriggio presso la sala stampa della Continassa. Ingaggiato dai bianconeri, nel gennaio del 2017, a margine di un’operazione da 15 milioni di euro, la Juventus lo lasciò in prestito alla Dea sino al termine dello scorso campionato, collezionando con la maglia nerazzurra orobica 66 presenze, tra campionato e coppe, impreziosite da 10 reti, un bottino ragguardevole per chi è chiamato principalmente ad evitare di subire reti piuttosto che realizzarne. Caldara, inoltre, è approdato anche in Nazionale maggiore, facendo il suo debutto lo scorso 1 giugno in occasione dell’amichevole persa per 3-1 contro la Francia.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché

Il futuro è dalla sua parte e come spesso avviene, la Vecchia Signora ha gettato gli occhi e le attenzioni verso un profilo decisamente interessante non solo dal punto di vista tecnico ma anche personale, considerando che Caldara non ha mai nascosto di essere un ragazzo che preferisce i libri alla PlayStation, a conferma di ciò, l’iscrizione alla facoltà di Economia e Managment presso la facoltà della Luiss. Il numero 13 bianconero ha rilasciato interessanti dichiarazioni, svariando dall’argomento più gettonato, riguardante Cristiano Ronaldo, alle sue prime sensazioni dopo essere entrato a far parte del mondo Juventus, esprimendo, altresì, un suo parere sul suo nuovo allenatore Massimiliano Allegri.

Questi i passaggi principali avvenuti durante la conferenza alla presenza dei giornalisti: “Per Cristiano Ronaldo c’è molto entusiasmo perché è da tempo che manca un campione di questo calibro. La società ha fatto un’impresa, ha portato il miglior giocatore del mondo e sono onorato di poter giocare con lui. Qui c’è molta concorrenza perché ci sono giocatori forti nel mio ruolo e questo è uno stimolo. All’inizio non sarà facile ma cercherò di imparare dai miei compagni, provando a migliorare tutti i giorni. Di Chiellini prenderei l’attenzione e il movimento sull’uomo, è unico al mondo in questo. Barzagli ha una lettura sulle situazioni incredibile. Alla mia famiglia devo tutto, è grazie a loro se sono qui e se ho assunto un certo tipo di mentalità.  Grazie anche alla mia fidanzata e ai miei amici per il sostegno che non mi hanno fatto mai mancare“.

Leggi anche:  Juventus, le parole di Pirlo sulla sfida di domani. Poi il ricordo di Maradona

Parole al miele, poi, per il suo ex tecnico alla Dea, Gian Piero Gasperini, su cui Caldara ha tenuto a ribadire: “Mi ha dato tanti consigli, io gli devo tutto perché ha tirato fuori il meglio di me“. Infine un giudizio, seppur prematuro, sul suo nuovo allenatore, Massimiliano Allegri: “Si vede subito perché ha vinto così tanto, sa gestire grandi campioni, sa quando è il momento di scherzare. Gli sono grato per avermi voluto così tanto, gli dimostrerò quanto valgo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: