Mercato: Kevin-Prince Boateng torna in Italia. La sua nuova casa è il Sassuolo

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Per la serie ” a volte ritornano“, questa volta è il turno di Kevin-Prince Boateng. Il centrocampista offensivo ghanese, classe 1987, fa capolino nuovamente in Italia, e ad attenderlo vi è il Sassuolo. Il calciatore, ex Milan tra le altre, ha firmato un contratto dalla durata triennale e per quanto riguarda la scelta di approdare in serie A, pare che molto sia dipeso dalla volontà di sua moglie, Melissa Satta, volto noto della tv. Boateng, a 31 anni, ha voglia di rimettersi in gioco e dopo alcune annate non propriamente memorabili, ha deciso di rituffarsi nel nostro campionato più che  competitivo, provando a conquistare con il Sassuolo una tranquilla salvezza, tentando di migliorare l’ultimo piazzamento degli emiliani, giunti undicesimi. La carriera del “Boa” si incrociò con l’Italia a partire dall’estate del 2010 quando acquistato inizialmente dal Genoa, il Grifone lo girò in via definitiva al Milan. Con i rossoneri conquistò uno scudetto nella stagione 2010/2011,  mentre l’anno successivo alzò al cielo la Supercoppa italiana. Dopo tre annate ad alti livelli, Boateng venne ceduto allo Schalke 04, ma il suo ritorno in Bundesliga non fu affatto esaltante, caratterizzato da incomprensioni tattiche e svariati infortuni.

Nell’ottobre del 2015 il “Boa” fece ritorno in Italia e rimase per alcuni mesi in prova al Milan. Il suo obiettivo era di rilanciarsi dopo alcune stagioni decisamente negative. A partire dal gennaio 2016, l’allora allenatore Sinisa Mihajlovic lo potette schierare senza restrizioni, ma il secondo capitolo sotto l’ombra della Madonnina, non rappresentò nulla di trascendentale. Il centrocampista ghanese inanellò solamente 11 presenze in campionato, impreziosite da una rete contro la Fiorentina. Nell’estate dello stesso anno, Kevin-Prince venne ceduto in Spagna, al Las Palmas. Con la compagine gialloblù delle Canarie, Boateng inanellò 28 apparizioni con 10 reti all’attivo. Uno score niente male che lo spinse, però, ad abbandonare la Liga spagnola, approdando per la quarta volta in carriera in Germania, stavolta tra le fila dell’Eintracht Francoforte. Con la squadra teutonica il “Boa” ha ottenuto la conquista di una Coppa di Germania, superando nello scorso mese di maggio i campioni in carica del Bayern Monaco.

Tale trionfo, però, non ha convinto l’ex rossonero a restare per un altro anno a Francoforte, prediligendo la soluzione italiana. Scelta puramente di carattere familiare? Voglia di misurarsi con un campionato che ha cuore? Dimostrare a tutti di non esser tornato in A per svernare? Saranno tante le motivazioni che spingeranno Boateng a dare il massimo per la compagine neroverde, con umiltà e quel pizzico di  spavalderia che ha caratterizzato la sua lunga carriera fatta di picchi verso l’alto ed altrettante cadute rovinose. Il Boa è consapevole che a Sassuolo sarà importante essere concreti ed ottenere risultati  nell’immediato, con lo scopo principale di mantenere la categoria per il sesto anno consecutivo. Una nuova scommessa per il Boa che vorrà continuare a stupire con effetti speciali.

  •   
  •  
  •  
  •