Mercato: Milan e Sassuolo ad un passo dall’intesa per Manuel Locatelli

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

La voglia di giocare con continuità, il desiderio di mettersi in mostra, l’imperativo di non disattendere le ambiziose premesse, questi i fattori che stanno conducendo Manuel Locatelli verso una decisione che potrebbe rivelarsi cruciale per l’evolversi della sua carriera, ossia di approdare al Sassuolo, dismettendo, così, i colori rossoneri. Il club neroverde e il Milan da giorni stanno discutendo di questo possibile affare oramai in via di definizione. Locatelli si trasferirà presso la società del patron Squinzi per 12 milioni di euro, anche se il Milan manterrà un diritto di “recompra” da mettere in atto fra due anni, pur non lasciar andare via definitivamente un talento e un profilo decisamente interessante a metà campo, evitando di ripetere gli errori di valutazione effettuati in passato con Darmian,Verdi e Petagna, calciatori bocciati frettolosamente che poi hanno evidenziato il loro valore in altre piazze.

Locatelli fece il suo debutto in prima squadra nella stagione 2015/2016 ma è nell’annata successiva che catturò le attenzioni della maggior parte degli addetti ai lavori. Il suo primo centro in A avvenne proprio contro il Sassuolo, attraverso un bolide da fuori area che non lasciò scampo a Consigli. Ciò fece da preludio a quanto accadde di clamoroso qualche settimana più tardi quando San Siro si alzò in piedi per applaudire una sua ineguagliabile prodezza balistica al cospetto dei campioni d’Italia della Juventus, quando con un fendente sotto l’incrocio non lasciò scampo a Buffon e decretò un pesante ko per la Vecchia Signora. A seguire qualche infortunio di troppo e un campionato non particolarmente esaltante per i rossoneri, condizionarono notevolmente il suo rendimento.

Stagione anonima, invece, l’ultima disputata con addosso la casacca del “diavolo“, in cui ha collezionato 21 presenze senza mai assaporare la gioia di un gol. Persa la titolarità a vantaggio di Biglia, Locatelli ha avuto più di qualche difficoltà nel fare propri i dettami tattici imposti da Gattuso. La concorrenza a centrocampo si è fatta più competitiva, e il giovane numero 73 rossonero ha visto, nel corso della stagione, più panchina che campo. Considerando i suoi 20 anni, appare alquanto inammissibile sperperare il suo potenziale restando al Milan nelle vesti di comprimario, ragion per cui la soluzione di approdare al Sassuolo sarebbe la destinazione ideale per trovare maggiore spazio e con continuità esaltare le sue doti al fine di compiere il definitivo salto di qualità. Tra l’altro in neroverde troverebbe mister De Zerbi, uno in grado di lavorare al meglio con i giovani, fornendo loro coraggio e intraprendenza. La trattativa tra Sassuolo e Milan è in dirittura d’arrivo ed anche il club di via Aldo Rossi spera di poter chiudere il prima possibile tale affare, mantenendo, però, sempre alta l’attenzione sul proprio gioiello di casa per poi farlo tornare alla base, con un bagaglio d’esperienza in più, fra qualche anno.

  •   
  •  
  •  
  •