Mercato Milan: Gattuso, “Bonucci è un grande calciatore, dobbiamo rispettare la sua scelta”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
FLORENCE, ITALY - DECEMBER 30: Manager of AC Milan Gennaro Gattuso gestures during the serie A match between ACF Fiorentina and AC Milan at Stadio Artemio Franchi on December 30, 2017 in Florence, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Nella giornata di ieri, che ha visto il Milan rientrare dalla porta principale in Europa League, dopo la sentenza di riammissione da parte del Tas di Losanna, ed in attesa che quest’oggi venga ufficializzato il nuovo assetto societario con l’avvento del fondo statunitense Elliott, è deflagrata una bomba di mercato destinata a far discutere. Al termine della prima amichevole disputata dal “diavolo” contro il Novara, vinta per 2-0 grazie alle reti di Suso e Calabria, il tecnico Gennaro Gattuso effettuando un punto della situazione generale, esaminando vari temi, si è soffermato sulla situazione inerente Leonardo Bonucci e stando alle sue parole rilasciate ai microfoni dei giornalisti, i tifosi milanisti hanno ben poco da star sereni.

L’allenatore calabrese, rispondendo alla domanda sul numero 19 rossonero, ha parlato così: “Ho parlato con Bonucci e tutti i giocatori, è un grande professionista, un giocatore incredibile e in questo momento bisogna anche ascoltare ciò che dicono i giocatori. Vedremo, ma a oggi posso solo parlare bene per ciò che sta dando e che mi auguro dia. Però ci sono momenti in cui bisogna rispettare le scelte dei giocatori, penso che quando un atleta si comporta da grande uomo non porto rancore. Vedremo, sicuramente lui vuole vincere. Ma anche noi vogliamo vincere. Però dipende anche dalla decisione del calciatore, bisogna rispettare quello che pensa. Non è un addio, io so cosa ci siamo detti. Aspettiamo. E’ un giocatore importante che vogliamo tenere a tutti i costi. Solo buone parole per lui, a oggi sta dando tanto“.

La situazione, al momento, prevede un piano economico da parte del fondo Elliott destinato al contenimento dei costi, puntando su calciatori giovani, mettendo in disparte, nell’immediato, sogni ambiziosi. Bonucci, in tal senso, non rientrerebbe nei piani della società, soprattutto per quanto concerne il suo ingaggio, vicino agli 8 milioni di euro a stagione, e sia per quanto riguarda l’età, 31.

Giunto circa un anno fa, attraverso un’operazione con la Juventus da 42 milioni di euro, su di lui soffia forte il vento da Parigi, ossia da quel Paris Saint Germain intenzionato a conquistare la Champions League, compagine che dopo l’arrivo di Buffon, punta a ricostruire parte di quella rocciosa difesa juventina che vedeva in Leo un punto cardine insostituibile. Dalla Tour Eiffel provengono segnali di convincimento da parte di SuperGigi, suo ex compagno in bianconero, il quale farà di tutto al fine di condurre Bonucci in Francia, provando a centrare quella coppa dalle grandi orecchie sfuggita ad entrambi, e spesso per un soffio, con addosso la casacca della Vecchia Signora.

  •   
  •  
  •  
  •