Mercato Roma: Robin Patrick Olsen, la scheda del nuovo portiere giallorosso

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
BENEVENTO, ITALY - SEPTEMBER 20: Ramon Rodriguez Verdejo Monchi of Roma during the Serie A match between Benevento Calcio and AS Roma at Stadio Ciro Vigorito on September 20, 2017 in Benevento, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

L’irrefrenabile d.s. giallorosso Monchi ha messo a segno un nuovo colpo al fine di completare uno dei pochi tasselli mancanti all’interno dell’undici titolare. Dopo l’addio di Alisson approdato al Liverpool, si sono succeduti una serie di nomi come possibili sostituti ed alla fine lo sprint decisivo è stato effettuato su Robin Patrick Olsen, estremo difensore svedese, classe 1990. Il calciatore, proveniente dal Copenaghen, è atterrato ieri sera a Fiumicino ed è stato ingaggiato dalla società capitolina attraverso un’operazione economica non particolarmente dispendiosa, attestatasi sugli 8,5 milioni di euro, a fronte di una richiesta iniziale da parte del club danese di 16 milioni. Olsen ha 28 anni, è alto 198 centimetri e nel corso della sua carriera ha dimostrato una spiccata sicurezza nel difendere i pali, risultando uno dei profili più interessanti in ambito europeo.

Leggi anche:  Gomez-Fiorentina, una scelta che accontenterebbe l'Atalanta. Ecco perché

Riavvolgendo il nastro della sua carriera, l’estremo difensore natio di Malmo, cresce proprio nelle giovanili della squadra della sua città per poi difenderne i pali dal 2012 al 2015, conquistando due campionati ed altrettante Supercoppe di Svezia.

Nel 2015 entra nel giro della nazionale gialloblù ma solo l’anno successivo ne assume i galloni da titolare, disputando tutte le gare di qualificazione al Mondiale in Russia, compresa la doppia sfida contro l’Italia, in occasione dello spareggio playoff, che ha sancito l’eliminazione degli azzurri dalla massima competizione internazionale. Per quanto concerne l’ultimo Mondiale, Olsen è stato tra i protagonisti maggiori durante il cammino della Svezia, percorso interrotto ai quarti di finale ad opera dell’Inghilterra. Il portiere scandinavo su cinque gare disputate ha collezionato ben tre clean-sheet, blindando lo specchio della porta a Corea del Sud, Messico e Svizzera.

Leggi anche:  Roma, Fonseca vicino all'esonero, salvo fino al prossimo errore

Con la maglia del Copenaghen, invece, dal 2016 al 2018, ha conquistato un titolo in campionato e una Coppa di Danimarca. Dal punto di vista personale, inoltre, venne nominato miglior portiere del campionato svedese nel 2014. Riconoscimenti e attestati di stima nei confronti di un portiere che non balzerà all’occhio per quanto concerne la spettacolarità ma di certo riesce a ricoprire il suo ruolo con impegno, abnegazione e massima professionalità. La Roma, quindi, si affida a lui per il dopo-Alisson, eredità pesante ma che non condizionerà le prestazioni di Olsen, il quale a 28 anni attendeva con ansia l’opportunità di potersi mettere in mostra in uno dei maggiori campionati europei.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: