Milan, parla Luca Serafini:”I rossoneri hanno in mano Immobile. Lotito cederà”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto originale Getty Images© selezionata da SuperNews

Milan, Serafini annuncia il colpo Immobile. In giorni di grande incertezza arriva una voce che potrebbe regalare un sorriso ai tifosi rossoneri. Ciro Immobile sarà il prossimo attaccante del Milan, questo almeno a sentire Luca Serafini. “L’unica cosa certa nel mercato del Milan è Immobile, con cui c’è un accordo trovato e siglato per l’ingaggio e con Lotito si è già preso l’accordo per la cifra che lui vuole. Il Milan farà i conti e se si presenterà con i soldi richiesti da Lotito, Immobile sarà il centravanti rossonero, escludendo l’ipotesi Zaza che non avrebbe spostato niente. Al contrario Immobile è stato il secondo marcatore in Europa dopo Cristiano Ronaldo, ma questo è un dato di fatto”. Una vera e propria bomba sganciata dal giornalista, da sempre molto vicino alle cose rossonere.

Serafini:”No allo scambio Callejon-Suso”

Serafini ha anche parlato del futuro di Suso:“Starei lontano da quella labile di Callejon/Suso. Non è il caso di uno scambio perché il Milan deve realizzare plusvalenze per 50 milioni e queste arrivano solo da giocatori come Suso che sono costati zero euro”. Tradotto, se lo spagnolo dovesse partire lo farà solo per un’offerta irrinunciabile e senza scambi. Serafini ha parlato anche della necessità di inserire un centrocampista, oltre a dare per scontato il ritorno di Kucka dalla Turchia. Parole che saranno verificate nelle prossime settimane. Immobile sarebbe il centravanti che Gattuso aspetta da mesi, perfetto per l’idea di calcio di Ringhio. I tifosi del Milan sperano che Serafini abbia ragione. Di cuore.

Il giornalista si augura che non ci siano terremoti societari in pieno luglio. Gazidis, Leonardo e compagnia bella possono aspettare. Anche in questo caso il discorso di Serafini non fa una grinza. Il 21 luglio ci sarà il primo Cda dell’era Elliott. Cambi o continuità? Qualche giorno di attesa e sapremo.

  •   
  •  
  •  
  •