Napoli, Carlo Alvino tuona: “Cristiano Ronaldo preferiva il Napoli”

Pubblicato il autore: Mattia Dallaturca Segui

Cristiano Ronaldo – Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

Juve-Napoli è una partita infinita, ma questo lo si era già capito dopo le polemiche riguardo l’ultimo finale di stagione. A scaldare nuovamente gli animi ci ha pensato il clamoroso trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Vecchia Signora, cosa che non è stata digerita affatto da molti tifosi napoletani che vedono aumentare di nuovo il gap con i loro eterni rivali proprio quando si pensava fosse arrivato l’anno giusto per vincere.
A gettare benzina sul fuoco ci ha pensato, come sempre d’altronde, il giornalista di TV Luna Carlo Alvino, il quale, qualche giorno fa, aveva etichettato l’operazione CR7-Juve come la ‘bidonata del secolo‘, relegandola solo ad un grande colpo per l’INPS, vista l’età anagrafica del portoghese.

Tuttavia, non contento di quella che Enrico Varriale (suo collega) definirebbe a tutti gli effetti un’ ‘uscita a vuoto‘, il giornalista e tifoso partenopeo rincara la dose, dichiarando, proprio qualche ora fa, che la Juventus non sarebbe altro che una semplice scelta di ripiego per il cinque volte pallone d’oro.
Se solo il club partenopeo avesse avuto 350 milioni da investire, Cristiano Ronaldo oggi vestirebbe la maglia del Napoli. La Juventus è stata il piano B, proprio il Napoli era la prima scelta del portoghese. Vi ricordo inoltre che Mendes ha rapporti importanti con De Laurentiis e aveva parlato prima con quest’ultimo, ma poi, per la mancanza di presupposti, ha chiuso con la Juventus, che però è stata una soluzione di ripiego.

Parole che hanno davvero dell’incredibile e che sanno più di ‘rosicata‘ che di verità, come tante altre dichiarazioni che sono state rilasciate dopo quel fatidico Inter-Juventus dello scorso 28 aprile.
Chissà, forse se Ronaldo fosse andato davvero al Napoli, Alvino & Co. vedrebbero le cose da un punto di vista leggermente diverso. Sta di fatto che questa è la realtà dei fatti ed è più importante, fino a prova contraria, dei ‘sogni nel cuore‘.

  •   
  •  
  •  
  •