Il mercato “conservativo” di Aurelio De Laurentiis: priorità Bari o Napoli ancora nel cuore?

Pubblicato il autore: danilotaverniti Segui
NAPLES, ITALY - NOVEMBER 01: Supporters of SSC Napoli cheer their team during the UEFA Champions League group F match between SSC Napoli and Manchester City at Stadio San Paolo on November 1, 2017 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Che Aurelio De Laurentiis fosse un personaggio alquanto imprevedibile lo si sapeva ormai da tempo, ma di certo i tifosi del Napoli non si aspettavano che il presidente azzurro in quest’estate non fosse disposto a rinforzare la squadra, come fatto dalle rivali. Il numero uno dei partenopei ha preferito confermare in blocco la rosa della passata stagione, eccezion fatta per Jorginho, puntando sulla vecchia guardia e dimostrando di avere grande fiducia nel nuovo tecnico Carlo Ancelotti.

Tutto questo potrebbe non bastare per arrivare in alto e confermare la seconda posizione della passata stagione, visto e considerato che Inter, Milan, Roma e Lazio si sono rinforzate notevolmente, con acquisti mirati in ogni reparto. Il Napoli invece no, si è accontentato degli arrivi di Fabian Ruiz e Verdi e ha dato per scontato che con la rosa attuale si possa puntare addirittura allo Scudetto. Del presidente partenopeo non fa discutere solamente il fatto di non aver portato grandi calciatori a Napoli, ma fa discutere sopratutto l’acquisto del Bari, dopo il fallimento della società pugliese avvenuto poche settimane fa.

Leggi anche:  Finale di Supercoppa Italiana, è la quarta sfida tra Juventus e Napoli

Qualcuno potrà dire a voce grossa che non c’è niente di male in tutto ciò, ma non bisogna dimenticare che il Bari è una rivale storica del Napoli e tra le due tifoserie c’è sempre stato tanto odio. Dunque, il presidente napoletano potrebbe puntare tutto sulla nuova società e mettere un po’ in disparte la squadra partenopea, d’altronde, fare contemporaneamente grandi investimenti su due club potrebbe rivelarsi controproducente. Intanto, il campionato è alle porte e sabato sera ci sarà l’esordio contro la Lazio all’Olimpico, una sfida affascinante che potrebbe riportare serenità in casa Napoli, dopo un’estate tutt’altro che tranquilla .

  •   
  •  
  •  
  •