Lazio, braccio di ferro tra Milinkovic-Savic e Lotito. Il serbo vorrebbe la clausola nel contratto

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

BOLOGNA, BOLOGNA - OCTOBER 25: Sergej Milinkovic Savic of SS Lazio celebrate a opening goal during the Serie A match between Bologna FC and SS Lazio at Stadio Renato Dall'Ara on October 25, 2017 in Bologna, Italy. (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

E’ stata una lunga estate di calciomercato quella che ci stiamo per lasciare alle spalle. Venerdì sera alle 20 si chiuderà definitivamente la porta del ‘Melia Hotel’ e arrivederci fino a gennaio. Tanti i nomi, tante le sorprese subentrate in corsa. Da Cristiano Ronaldo alla Juventus ad Higuain al Milan, un colpo da 90 per i rossoneri. Poi il cambio dirigenziale nella società di Via Aldo Rossi, Nainggolan all’Inter e Pastore alla Roma. E’ stato un mercato molto intenso che si sta per concludere.

Un nome che comunque è stato al centro dell’attenzione soprattutto nell’ultimo periodo è quello che corrisponde a Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista della Lazio sembra destinato alla permanenza a questo punto, ma tra il patron biancoceleste Lotito ed il giocatore è braccio di ferro. Facciamo un passo indietro: nelle ultime due settimane, il Milan si è fatto sotto pur di acquistare il serbo e da quanto risulta anche in questi giorni le parti parleranno ulteriormente per aggiornarsi a vicenda. Ma ormai a circa 4 giorni dal termine del calciomercato, difficilmente la Lazio lascerà partire Milinkovic-Savic. Però tra Lotito ed il serbo non vi è chiarezza assoluta. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, Lotito vorrebbe rinnovare il contratto del classe 1994, attualmente in scadenza nel 2022, portando l’ingaggio da 1,8 a 3 milioni di euro. Ma Milinkovic-Savic non ci sta, in quanto chiederebbe l’inserimento di una clausola rescissoria. Le parti si incontreranno anche nei prossimi giorni, poi si vedrà quale sarà il futuro del giocatore serbo.

  •   
  •  
  •  
  •