Mercato Napoli: gli azzurri sondano la pista Andrea Belotti

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 16: Andrea Belotti of Torino FC in action during the Serie A match between Torino FC and SSC Napoli at Stadio Olimpico di Torino on December 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Andrea Belotti – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Clamoroso ed inaspettato retroscena di mercato. Il Napoli, alla ricerca di un terzino destro e di un terzo portiere, sta guardando ben oltre il reparto difensivo e non è da escludere che in questa ultime due settimane destinate alle operazioni estive, possa sferrare un colpo ad effetto per quanto concerne il settore avanzato. Carlo Ancelotti, durante quest’inizio di stagione, ha più volte ribadito di credere fermamente alle qualità di Milik, ritenendo, altresì, indispensabile l’apporto di Inglese, ma appare chiaro a tutti che un elemento di prestigio, negli ultimi sedici metri, farebbe comodo alla causa azzurra.

Ed ecco che nella serata di ieri è rimbalzata una notizia molto suggestiva sull’asse Torino-Napoli. Pare che i dirigenti azzurri, con in testa il d.s. Giuntoli, abbiano effettuato un sondaggio per Andrea Belotti, centravanti granata, legato contrattualmente con il club del patron Urbano Cairo sino al prossimo 30 giugno 2021. La società partenopea vorrebbe offrire al Toro la somma di 50 milioni di euro, per poi proporre al calciatore un contratto quinquennale da 3,5 milioni di euro a stagione. Cairo, però, pare non voglia accontentarsi di tale cifra e ne chiede almeno 60 per lasciar partire il “gallo“. In caso di cessione di Belotti, il club granata virerebbe le proprie attenzioni su Simone Zaza, calciatore che potrebbe approdare all’ombra della Mole, attraverso un’operazione con il Valencia da 20-25 milioni di euro, mentre all’attaccante lucano verrebbe offerto un ingaggio da 2,5 milioni di euro.

Il “gallo” farebbe indubbiamente comodo al gioco di Carlo Ancelotti, in quanto ariete d’area di rigore in grado di capitalizzare al meglio gli assist forniti lateralmente dai vari Insigne, Callejon, Verdi e Mertens, oppure rappresenterebbe la punta di diamante nel modulo ad “albero di Natale“, ossia il 4-3-2-1, con due trequartisti a supporto dell’unico attaccante centrale. Forte di testa, dotato di un fisico da combattente e con uno spiccato fiuto del gol, Belotti ingolosisce molti club italiani ed esteri. Nella scorsa sessione di mercato estiva fu il Milan a proporre un’offensiva per il centravanti natio di Calcinate, ma il Torino fece muro, ora è il turno del Napoli e chissà che stavolta Cairo possa cedere al pressing che attuerà De Laurentiis.

I numeri di Belotti sono assolutamente sensazionali. Il centravanti, classe 1993, dopo le esperienze all’Albinoleffe e al Palermo, approdò in granata nell’estate del 2015 e dopo un’annata d’ambientamento, conclusasi con 12 reti in campionato, la stagione della sua consacrazione avvenne nel torneo successivo, datato 2016/2017, in cui realizzò 26 gol in A e 2 in Coppa Italia, chiudendo con 38 presenze complessive e 28 centri all’attivo.

Nonostante i vari rumours di mercato su di sé, Belotti rimase all’ombra della Mole, ma nell’ultima stagione, caratterizzata da due infortuni al ginocchio che ne hanno condizionato il rendimento, è riuscito a mettere a segno solamente 10 gol in serie A e 3 in Coppa Italia. Belotti, tra l’altro, vorrà conquistare, attraverso le sue prestazioni in campo,  la totale stima e fiducia da parte del c.t. della Nazionale azzurra, Roberto Mancini, rivestendo il ruolo di centravanti su cui fare affidamento. La pista Napoli, al momento, può essere etichettata come una suggestione o come un tentativo al fine di vagliare la possibilità che l’attaccante lombardo possa lasciare la Torino granata, ma di certo, in caso di fumata bianca, Ancelotti potrebbe annoverare un attaccante infallibile in area di rigore che si nutre di gol.

  •   
  •  
  •  
  •