Mercato Parma: è Roberto Inglese la punta di diamante dei gialloblù

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Importante innesto di  mercato in casa gialloblù. Dopo la bruciante eliminazione avvenuta in Coppa Italia ad opera del Pisa, la dirigenza del Parma ha posto in essere un’accelerata al fine di mettere a disposizione di Roberto D’Aversa un calciatore affidabile in zona gol. Ecco arrivare, quindi, dal Napoli, Roberto Inglese. L’attaccante, natio di Lucera, si trasferisce in Emilia attraverso la formula del prestito senza diritto di riscatto, con la spiccata voglia di ritagliarsi un ampio spazio e di trovare quelle soddisfazioni personali che difficilmente avrebbe avuto se fosse rimasto nel club azzurro considerando la concorrenza nel ruolo di punta centrale, con le presenze di Milik e Mertens.

Tale trattativa è decollata nella giornata di ieri, con il calciatore che ha raggiunto la città ducale nel pomeriggio, per poi sottoporsi alle consuete visite mediche di rito ed approdare ufficialmente nel mondo Parma. Dopo i corteggiamenti effettuati nei confronti di Quagliarella, Destro e l’idea suggestiva Balotelli, la società emiliana ha virato su Inglese, un centravanti bravo nel gioco aereo, dotato di numeri interessanti ed abituato a primeggiare in provincia.

Dopo una lunga gavetta, giunse in A nell’estate del 2015, quando dal Carpi si trasferì al Chievo. Con addosso la maglia dei clivensi, visse tre stagioni da protagonista, collezionando, tra campionato e coppa Italia, 99  presenze impreziosite da 28 gol. Nelle battute finali della sessione di mercato di un’estate fa, il d.s. Giuntoli pose in essere l’accelerata decisiva per ingaggiarlo al Napoli, ma il club azzurro, attraverso un accordo preso con il presidente Campedelli, lo lasciò un anno in Veneto, permettendo, così, al giocatore di disputare la sua migliore stagione tra le fila dei gialloblù, realizzando 12 centri in campionato, il suo miglior score di sempre.

In estate, quindi, è stato aggregato al gruppo azzurro ma nonostante il tentativo di Ancelotti, attraverso delle dichiarazioni alla stampa, di voler smentire una sua partenza, alla fine ha prevalso la linea del buonsenso e per concedere l’opportunità ad Inglese di non trascorrere un’annata in naftalina, ecco servita la chance Parma, con l’obiettivo di ben figurare, mettendo a disposizione dei suoi nuovi compagni di squadra, quel killer-instinct sotto porta, assai utile per permettere alla compagine ducale di raggiungere il prestigioso traguardo della salvezza.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: