Roma, Castan rescinde: «sempre grato ai giallorossi»

Pubblicato il autore: Andrea Alampi Segui

Leandro Castan ha rescisso il contratto che lo legava alla Roma fino al 2020. Molto probabilmente il difensore carioca dopo sei stagioni lascerà la Serie A e l’Italia per tornare in Brasile. Come dichiarato dallo stesso padre-procuratore nei giorni scorsi sembra imminente un accordo con il Vasco da Gama che aspettava solo il suo svincolo. Il difensore brasiliano, classe 1986, che vanta 100 presenze nel massimo campionato italiano ed 1 rete con le maglie di Roma, Torino e Cagliari ha affidato ad Instagram le sue parole toccanti d’addio. Di seguito il testo del post in cui il paulista dichiara la sua gratitudine al club capitolino che gli è stato sempre al fianco nella sua battaglia contro il cavernoma iniziata nel 2014: «E’ arrivato il giorno del saluto, oggi ho chiuso un contratto dopo 6 anni con la Roma. Sono arrivato qui che ero un ragazzo pieno di sogni. Una prima stagione così e così, che mi ha portato all’esordio nella Nazionale brasiliana. Una seconda stagione nella quale pensavo di arrivare al sogno più grande, lo scudetto, ma c’era un avversario difficile da battere (la Juve). Sono andato in vacanza però con il pensiero che la terza stagione sarebbe stata quella buona: mi sentivo nel miglior momento della mia carriera ed ero sicuro ‘quest’anno vinciamo’. E’ arrivato pero’ all’improvviso un avversario che io mai avevo pensato di dover affrontare. Solo io e la mia famiglia sappiamo quanto e’ stata dura quella partita. Contro questo avversario ho vinto e sono piu’ che orgoglioso: Dio esiste veramente, perche’ da solo non lo so cosa avrei fatto. Per questo ringrazio Dio tutti giorni. Nella Roma pian, piano ho perso il mio spazio ma saro’ grato di tutto per sempre a questo club. Non sono riuscito a vincere un trofeo con questa maglia, pero’ spero di aver lasciato qualcosa di più importante: non mollate mai. Non importa quante volte arriveranno le sconfitte e la delusione: non mollate mai. Io ancora non ho mollato e non mollerò mai. Vi saluto: continuerò la mia strada e tiferò sempre per la Roma. Il ragazzo pieno di sogni continua il suo cammino. Dio controlla tutto. Forza Roma, sempre».

Leggi anche:  Mourinho alla vigilia di Conference League: "A Bodo l'avversario più duro"

  •   
  •  
  •  
  •