Milan, un’esclusione dall’EL per fare mercato

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui

L’esclusione dall’EL era nell’aria da settimane. Milan e Uefa hanno sottoscritto quel che in termini giuridici viene definito “accordo tombale”: in cambio di un’esclusione dalle Coppe, la Uefa avrebbe la facoltà di azzerare il cumulo di debiti dei trienni precedenti e permettere così al Milan di poter sottoscrivere nel breve tempo possibile un settlement agreement che possa poi far rientrare la società rossonera  con un piano spalmabile in più anni. Un accordo bilaterale che adesso potrà permettere a Boban e Maldini di pensare più liberamente al mercato, dove rimangono i limiti Uefa, ma dove sognare non costa nulla.

MILAN, CERCASI MEDIANO IN SPAGNA

Ora che anche la Uefa ha deciso di togliere dalla testa del Milan la famosa spada di Damocle del fairpaly finanziario, la società rossonera può agire sul mercato. I 90/100 milioni di passivo di questa stagione rimangono, e una possibile cessione illustre non potrà essere inserita nel bilancio, perché anche per la prossima stagione il passivo massimo di debito rimane -30. Una cifra molto più abbordabile per le casse rossonere che ora si apprestano non solo a fare qualche sacrificio, ma sperano di poter realizzare un sogno a centrocampo. Secondo quanto riporta La Gazzetta dello sport, Dani Ceballos rimane il vero obiettivo di mercato per la mediana. Il Real Madrid chide 40 milioni per il giocatore, e ora che il Milan gode di maggiore libertà d’azione sul mercato, attendiamoci blitz a Madrid di Maldini e Boban, perché il grande colpo ora sembra più fattibile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, possibile scambio in difesa con il Barcellona. Ecco i dettagli