Ma quanto vale davvero Icardi? La clausola, le offerte, l’ingaggio, i costi

Pubblicato il autore: Alexander Badamchian Segui

Mauro Icardi, punta dell’Inter dal 2013, ora al centro del mercato nerazzurro.

 

Icardi non è utile al progetto“. Con queste parole l’ad Marotta ha aperto il vaso di Pandora sul vero valore da attribuire al numero 9 argentino. In molti hanno urlato allo scandalo, interpretando quell’esternazione come un clamoroso autogol tattico ed economico, ma a ben vedere dietro forse c’è dell’altro.
Mauro Icardi è passato dalla Sampdoria all’Inter nel 2013, versando all’allora patron Garrone “solamente” 13 milioni di euro,  cifra ampiamente ammortata durante la sua permanenza in nerazzurro.

Ne consegue che per le casse dell’Inter (e soprattuto per gli ispettori UEFA) il goleador di Rosario appare nelle caselle del FPF rendicontato a zero. Al momento l’unico costo affrontato dalla società del gruppo Suning è quello dell’ingaggio. Uno sforzo economico che grava sul bilancio per 10/11 milioni di euro lordi a stagione.

Vada sè che, stando così le cose, qualunque offerta superiore a quella cifra (zero, appunto) possa venire appresa dall’Inter come una preziosa plusvalenza pronta ad essere reinvestita sul mercato. Anche solo un milione di euro sarebbe fondamentale per avvicinarsi con concretezza agli obiettivi di mercato indicati da Conte e soci.

La clausola da 110 milioni è solo un miraggio destinato a rimanere tale, eppure all’Inter hanno di che sorridere. Mettere a segno una cessione anche per metà di quella cifra potrebbe garantire una sessantina di milioni di utile nelle casse societarie. Ancora meglio se andasse in porto almeno uno dei due scambi paventati in questi mesi e aventi come contropartita Insigne e Dybala. In quel caso, lo sforzo di sopportare un ingaggio così pesante come quello attuale di Icardi evaporerebbe all’istante e si potrebbe mettere a registro una plusvalenza pari al costo reale di uno dei due fantasisti. Un colpo da 90/100 milioni di euro. Insomma, Marotta con poche parole ha aperto alla società nerazzurra orizzonti più che rosei verso i quali navigare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter cooperativa del goal: ogni reparto dà il contributo