Milan, Milik il dopo-Ibra

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Come abbiamo detto i giorni scorsi, Ibra sembra sempre più lontano dal Milan, infatti il rinnovo sembra quasi ormai sfumato. Proprio per questo motivo il club rossonero si sta iniziando a guardare intorno, in cerca di un sostituto all’altezza dello svedese. Tra le varie voci, si fa insistente quella che porta a Milik, attaccante polacco del Napoli. Il giocatore, secondo TuttoSport, ha fatto sapere alla società di voler lasciare il club. Milik rientrerebbe perfettamente nelle linee guida di Ivan Gazidis, ovvero un centravanti affidabile e con un ingaggio abbordabile, 2.2 milioni a stagione. La scelta di Milik di non rinnovare il contratto (scadenza 2021) ha messo con le spalle al muro il Napoli che pur di non perderlo a parametro zero, lo cederà al migliore offerente, sapendo di non poterlo vendere a prezzo di mercato, circa 30-40 milioni di euro, vista la situazione contrattuale e la svalutazione causata dall’emergenza Coronavirus. Il polacco ha vissuto a Napoli delle stagioni altalenanti, complici due gravi infortuni che hanno condizionato notevolmente il suo rendimento, ma, secondo la dirigenza del Milan, resta comunque una punta affidabile.

Quindi si punta Milik, anche se una strategia più concreta sarebbe quella di tenere Ibra e provare a costruire una squadra su di lui. Strategia bocciata, anche perché la dirigenza preferisce puntare su giocatori giovani, anche se il polacco non è esattamente un under 25(ha 26 anni). Sono tutti ragionamenti e valutazioni che fa la società, quel che è certo è che Milik piace a Gazidis, la linea è dettata, indipendentemente dalla questione allenatore, se sarà o meno Ralf Rangnick. Il Milan potrà fare leva sulla volontà del giocatore di lasciare Napoli per cercare di facilitare la trattativa con De Laurentiis, oltre che tentare di mettere sul piatto giocatori che sono molto graditi dal tecnico partenopeo Rino Gattuso, ovvero Kessie e Calhanoglu, il cui futuro è legato al nuovo allenatore.

Ibrahimovic, quindi sembra davvero soltanto un ricordo. Il Milan, dopo Piatek è pronto ad abbracciare ed innamorarsi di un nuovo polacco.

  •   
  •  
  •  
  •