Calciomercato Lazio: il futuro dei tanti prestiti biancocelesti

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

La Lazio in questa stagione ha venti giocatori di sua proprietà che sono stati mandati nelle squadre di provincia di Serie B e C per giocare con continuità e per fare esperienza, ovviamente a fine stagione torneranno tutti a Roma dove poi verrà deciso il loro futuro.
Molti i calciatori mandati in prestito alla Salernitana, club della serie cadetta di proprietà di Claudio Lotito, ma andiamo a vedere la situazione completa.

Calciomercato Lazio, il futuro dei giocatori in prestito

L’unico di questa marea di prestiti che andrà a scadenza di contratto il prossimo 30 giugno è il portiere croato Ivan Vargic che milita con gli sloveni del Koper e viste le sue 33 primavere saluterà tutti avendo giocato in tutto solo tre partite (una presenza in campionato e due di Europa League) in due stagioni.
I casi più complicati sono quelli di Riza Durmisi (Nizza), Fortuna Wallace (Braga) e Valon Berisha (Fortuna Dusseldorf), che sono stati i giocatori più pagati tra tutti quelli in prestito e ovviamente la società capitolina vorrebbe che si valorizzassero il più possibile anche se poi con questa emergenza Coronavirus non si sa ancora se e quando si tornerà a giocare, l’obiettivo comunque sarà quello di perderci il meno possibile a livello economico.

Discorso diverso per il camerunense Joseph Minala (Quingdao Huanghai), cresciuto nel vivaio biancoceleste, Davide Di Gennaro (Juve Stabia) preso a parametro zero e l’argentino Tiago Casasola (Cosenza) acquistato a tre milioni, dove tutti e tre presumibilmente avranno poco mercato e dunque cercargli una nuova sistemazione non sarà facile e qui dovrà essere bravo il direttore sportivo biancoceleste a piazzarli. Per quanto riguarda invece il croato Milan Badelj che la scorsa estate tornato alla Fiorentina, l’inizio di stagione l’aveva visto spesso tra i titolari con l’ex tecnico Vincenzo Montella, ma da quando alla fine del girone d’andata è subentrato Giuseppe Iachini il minutaggio è stato nettamente inferiore e non sarà affatto scontato che il club toscano lo riscatti a fine campionato.

Dalla Salernitana torneranno ben sette elementi, ovvero il marocchino con cittadinanza belga Sofian Kiyine, il polacco Patryk Dziczek, il cipriota Karo, l’ivoriano Gondo e gli italiani Lombardi, Maistro e Cicerelli; presumibilmente l’unico che potrebbe restare per far parte della rosa 2020-21 è Kiyine molto apprezzato da Simone Inzaghi, mentre per gli altri si dovrà valutare se lasciarli un’altra stagione a Salerno, oppure trovargli una nuova destinazione sempre nelle serie inferiori per fargli fare altra esperienza vista comunque ancora la giovane età di tutti.

Gli ultimi calciatori in prestito e dei quali ancora non si sa nulla circa il loro futuro sono: Alessandro Rossi (Juve Stabia), Simone Palombi (Cremonese), Biagio Marrone (Rieti), il lituano Marius Adamonis (Sicula Leonzio) e il finlandese naturalizzato somalo Mohamed Abukar (ucraini del Karpaty).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: