Juve, il piano per Pogba: due cessioni eccellenti per arrivare al francese

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

Inutile girarci attorno e condire i periodi di eccessivi e ridondanti giri di parole: Paul Labile Pogba è sempre piaciuto alla Juventus, piace ancora (tantissimo) e piacerà anche in futuro, con la speranza – si augurano i dirigenti della “Vecchia Signora” – di scorgere il Polpo scorrazzare sul manto erboso dell’Allianz Stadium con indosso la casacca a strisce bianconere. Sì, perché l’addio consumato in fretta e furia nell’estate 2016 tra il transalpino e il club sabaudo equivaleva più che altro a un “arrivederci”, come ha ricordato lo stesso giocatore ad alcuni sostenitori juventini a margine di un match di Champions League disputato e vinto a Torino dal “suo” Manchester United.

Pogba: il piano della Juventus per pagare il suo ingaggio

Così, neppure troppo a fari spenti, il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, continua a lavorare alacremente per riportare il centrocampista francese all’ombra della Mole Antonelliana, in una sessione di mercato che potrebbe per giunta garantire una vera e propria rivoluzione della mediana zebrata. Lo scoglio principale è tuttavia rappresentato dall’ingaggio di Pogba, le cui richieste si attesterebbero a quota 12 milioni di euro. La società bianconera è disposta ad offrirgliene 9 ed è probabile, secondo la stampa francese, che alla fine le parti raggiungano un’intesa attorno ai 10 milioni di euro. Cifra considerevole, certo, ma la Juventus la otterrebbe risparmiando sull’ingaggio di Adrien Rabiot e Douglas Costa, indiziati alla cessione nella prossima finestra di trattative.

  •   
  •  
  •  
  •