“Pjanic come Xavi e Iniesta”: il Barcellona tenta l’affondo?

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Mirlem Pjanic è uno dei nomi più chiacchierati in casa Juventus. Il centrocampista bosniaco veste bianconero ormai da quattro anni, ma la sua sperienza sotto la Mole sembra già da tempo sul punto di terminare. La Juventus non ha ancora sciolto i dubbi sul suo futuro e potrebbe anche decidere di sacrificarlo in estate per far spazio a nuovi calciatori magari meno “esperti” di lui. Da tempo si vocifera di un possibile passaggio del “pianista” al Barcellona, un’ipotesi caldeggiata anche da Ariedo Braida, ex DS del club blaugrana.

Pjanic, Braida è sicuro: “Lui come Xavi e Iniesta”

Pjanic? Ha le stesse qualità di xavi e Iniesta. Magari non sarà proprio come loro, ma ha un ottimo tocco e una grande intelligenza. Un profilo perfetto per giocare nel Barcellona”. Parole e musica di Ariedo Braida, ex DS di Barcellona e Milan che, attraverso le colonne del Mundo Deportivo, ha parlato proprio del mercato blaugrana, soffermandosi in particolar modo su Pjanic, da tempo accostato ai catalani: “Pjanic calcia anche bene le punizioni – continua Braida – è fortissimo. Lui e Lautaro, altro nome accostato al Barcellona, sarebbero perfetti“.

Lautaro e il Barcellona: il matrimonio “s’ha da fare”? – Già, proprio Lautaro che il Barcellona sembra volere a tutti i costi affianco a Messi il prossimo anno e  che l’Inter pare non abbia la minima intenzione di cedere:
Lautaro mi piace tantissimo. Ha qualità, talento e gol. Tutto ciò che serve per giocare nel Barcellona. Inoltre, è ancora gio0vane: può migliorare tantissimo”.

De Sciglio e gli altri – Pjanic e il “Toro” non sono i soli profili accostati al Barça. Il club catalano sembra intenzionato a “fare spesa” in Italia e avrebbe messo nel mirino anche Mattia De Sciglio, terzino destro della Juventus: “E’ un’ala che gioca terzino“, il commento di Braida, che poi si è soffermato anche sulle altre trattative che potrebbero coinvolgere direttamente Juventus e Barcellona:
Arthur e Semedo sono giocatori molto forti che potrebbero partire, così come Junior Firpo. Dembelé? Forte e può giocare ovunque, ma ha anche qualche difetto: siuri che la Juve lo voglia?”.

  •   
  •  
  •  
  •