Douglas Costa: dalla Spagna una nuova pretendente

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Non si placano le voci di calciomercato in casa Juventus. Il club bianconero dovrà inventarsi qualcosa nella prossima finestra di trasferimenti per mantenere alta la competitività della rosa e, al contempo, riuscire a contenere i danni economici derivanti dalla crisi del coronavirus. Tra i giocatori che potrebbero essere sacrificati per dare una boccata d’ossigeno alle casse del club figura sicuramente Douglas Costa. Il brasiliano, prossimo ormai ai 29 anni, è un giocatore dalle immense qualità tecniche ma che, a causa di svariati problemi fisici, non è riuscito a dare il giusto apporto alla squadra. Allegri prima, e Sarri poi, lo hanno spesso utilizzato come “Jolly” da far entrare a partita in corso per cambiare l’inerzia dell’incontro e lui ha ripagato le aspettative riuscendo, con le sue accelerazioni fulminee, a dipanare matasse piuttosto intricate. Ne è un esempio iconico la rete messa a segno contro la Lokomotiv Mosca lo scorso novembre quando, in seguito ad uno slalom tra i difensori russi, Douglas Costa ha triangolato con Higuain al limite dell’area prima di superare il portiere con un tocco d’esterno. Un gol da lustrarsi gli occhi, che dimostra come faccia sempre comodo avere a propria disposizione un giocatore tanto determinante in termini di resa.

Delle valutazioni andranno però fatte dal momento che, come detto, Douglas Costa ha palesato una certa discontinuità in questi anni, soprattutto a causa dei tanti problemi fisici che lo hanno tenuto per lunghi periodi fuori dal campo. Quest’anno, ad esempio, Costa è stato impiegato in 18 occasioni complessive (solo quattro gare da titolare), ed è stato fermato, in momenti distinti della stagione, da ben tre infortuni muscolari.

Il talento, però, non si discute. E allora ecco che, se la Juventus decidesse di cederlo, per Douglas Costa potrebbero aprirsi le porte della Liga. Come scrive “Don Balon” sarebbe in particolare l’Atletico Madrid il club interessato al brasiliano. “El Cholo” Simeone non ha infatti in squadra esterni con le qualità di Costa, ovvero che abbiano la stessa capacità di dribbling e scatto bruciante. Per questo potrebbe chiedere alla Società un sacrificio per accontentare le sue richieste ed avere anche maggiore variabilità sul fronte offensivo che potrebbe, a quel punto, essere facilmente mutato da due a quattro. La valutazione che ne fa la Juventus, capace di pagarlo 46 milioni solo due anni fa dal Bayern Monaco, si aggira intorno ai 35-40. Una cifra che permetterebbe a Madama di fare anche una piccola plusvalenza, e garantirebbe all’Atletico un nuovo elemento in grado di cambiare volto alla squadra. I presupposti per portare avanti una trattativa che possa accontentare tutti ci sono. Vedremo se si riuscirà a portarla in porto.

  •   
  •  
  •  
  •