Lautaro Martinez, cambia lo scenario e su Conte…

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Nel giro di poche settimane sembra essere totalmente cambiato il futuro di Lautaro Martinez, attaccante argentino classe ’97 dell’Inter. El Toro, che attualmente con la maglia nerazzurra vanta 76 presenze e 27 gol, fino a qualche settimana fa sembrava destinato a lasciare Milano per partire alla volta della Spagna, direzione Barcellona, ma la situazione ora è ben diversa. Come scrive la Gazzetta dello Sport, l’addio di Lautaro Martinez è imporbabile, in quanto il Barcellona di Messi e Suarez sembra essere sparito, vista anche la situazione di crisi scaturita dalla pandemia da Coronavirus, mentre il City sembra non avere chance. Per questo motivo il club interista si sta muovendo per trattenere il bomber argentino: a fine stagione El Toro riceverà un’offerta di rinnovo da 5,5 milioni a stagione.

Leggi anche:  Lukaku: "Inter, faremo grandi cose. Inzaghi ottimo allenatore"

Cifre che dovrebbero far felice Lautaro Martinez, ma non è detto che la scelta di restare possa essere un fattore positivo per il club, per due motivi, come sottolineato sempre dalla Rosea. Il primo motivo è di mercato, in quanto dalla cessione di El Toro, l’Inter avrebbe accumulato un gruzzoletto da poter reinvestire sul mercato e rinforzare la rosa a disposizione di Antonio Conte. Per questo motivo o il duo Marotta-Conte rivedono la strategia di mercato o puntano ad un’altra cessione top, come quella di Brozovic o Skriniar. Il secondo motivo è di rendimento, in quanto le prestazioni dell’attaccante sono calate nelle ultime partite, sintomo che qualcosa a livello psicologico è scattato. Certamente dopo le numerose voci e l’accordo raggiunto con i blaugrana, Lautaro immaginava una situazione diversa, quindi per lui sarà difficile doversi riadattare ad un ambiente che era pronto a lasciare.

Leggi anche:  Tabellone calciomercato estivo Serie A 2021 LIVE: tutti gli acquisti e le cessioni delle venti squadre

Lautaro Martinez: Conte? Lo apprezzo tantissimo”

Con molta probabilità l’argentino non sarà al centro dell’attacco nella partita contro la Fiorentina, che servirà all’Inter per rimanere inchiodata al secondo posto. Il bomber di Bahía Blanca è stato intervistato nel Matchday Programme in occasione della sfida contro la squadra toscana, raccontando come è diventato El Toro e le armi del suo successo: “Il mio primo ruolo è stato quello del difensore: avevo una grande attenzione nei confronti del gioco, una caratteristica che mi contraddistingue ancora oggi. Poi un allenatore mi ha postato in attacco: segnare è la cosa più bella del calcio. Fin da piccolo ho coltivato le mie armi: la concentrazione massima, il non arrendersi, il lasciare tutto sul campo, l’aiutare al massimo i compagni. Cerco sempre di dare il 110% per questo club, per tutte le persone che lo amano e per la maglia nerazzurra“.

Leggi anche:  Mercato Fiorentina, Barone rimanda tutto a dopo Moena

Lautaro Martinez si lascia andare a parole d’elogio per l’attuale tecnico dell’Inter Antonio Conte: “Conte mi ha dato fiducia: è una cosa importantissima e fondamentale, perché ha lavorato sulla mentalità di ognuno di noi – racconta Lautaro –. Lo apprezzo tantissimo, ogni giorno ci fa crescere“.

  •   
  •  
  •  
  •