Faggiano: “Balotelli? Lavoriamo su tutto…”

Pubblicato il autore: Bryan Rojas Segui

balotelli
Daniele Faggiano l’attuale DS del Genoa, fermato dai microfoni di Sportitalia, ha parlato del mercato e di tutti i possibili rumors che ci sono stati in questi giorni. I nomi che sono circolati in queste settimane sono stati tantissimi, ma i più attuali sono sicuramente Luca Pellegrini della Juventus e il sogno Mario Balotelli. Nell’ultima conferenza stampa Faggiano aveva dichiarato che dopo vari acquisti, tra cui Czyborra, Zajc, Badelj, Pjaca e Zappacosta, sta cercando di sfoltire una rosa davvero numerosa, ma che gli acquisti non sono finiti e che arriveranno almeno altri 3 giocatori. Già ufficiali le cessioni di Pinamonti all’Inter e Favilli al Verona, ora si cerca una punta che possa dare una certa continuità in fatto di gol. Ma questo non è l’unico tema caldo delle ultime ore.

Dopo Pellegrini ci saranno altri colpi?

Si. Ci saranno altri colpi. Non è stato facile prendere Pellegrini perché sappiamo che è un giocatore importante, come lo sono Czyborra o Zappacosta, ma anche lo stesso Ghiglione che è stato un pò ignorato dai più.”

Ipotesi Balotelli, è una suggestione concreta?

“Io penso che vi stiate divertendo molto. Conosciamo tutti le qualità immense di Mario, sarebbe la fortuna di qualsiasi squadra. Noi lavoriamo su tutto e Balotelli è un grande giocatore che penso possa fare ancora bene.”

Situazione di Schone e Criscito? Sono due giocatori in uscita?

Lasse Schone è giocatore che non scopro io e che avrei voluto prendere in passato quando ero in altre squadre, vedremo cosa fare in base alle scelte del mister. È lui a decidere chi deve giocare e io non entro nel merito, ma faccio altro scelte che sono difficili e dolorose. Per quanto riguarda Criscito vorrei smentire sul nascere molte voci che ho letto sui giornali in questi giorni. Criscito è un giocatore del Genoa e resta un giocatore del Genoa, perché è importante per noi.”

L’arrivo eventuale di Mario Balotelli, esclude il ritorno di Sanabria?

“Giochiamo con due attaccanti, ne abbiamo già tre e dite che ne stiamo prendendo altri due, quindi arriveremo a cinque. E credo che sarebbero troppi. Non è abbandonato nulla, si lavora tanto e a volte vorrei lavorare a carte coperte, ma poi ci siete voi che me le scoprite.”

  •   
  •  
  •  
  •