Suarez, le due interpretazioni dell’affare

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Sicuramente la trattativa Suarez-Juventus è una delle più interessanti in questa anomala sessione di calciomercato. L’attaccante uruguaiano, classe ’87, non rientra più nei piani del nuovo tecnico del Barcellona Ronald Koeman che, tramite una telefonata, ha liquidato il bomber. Per questo motivo Luis Suarez si è avvicinato alla Juventus, trovando un accordo per un triennale da 10 milioni a stagione. Intesa raggiunta tra le due parti, ma ora ci sono da dover superare due ostacoli da non sottovalutare. La prima questione è relativa alla sua rescissione con il club blaugrana, essendo Suarez ancora sotto contratto per un altro anno. Per questo motivo il giocatore chiede alla società l’ultima annualità che si aggira intorno ai 14 milioni di euro, mentre il Barcellona è disposto a coprire soltanto una percentuale del suo stipendio. La Juventus, in questo senso, ha fatto sapere al club che è disposta ad assicurare ai catalani un indennizzo per favore l’addio di Suarez. La seconda questione, invece, riguarda lo status di Suarez, attualmente considerato extra-comunitario per la legge italiana, per questo motivo per essere ingaggiato dalla Juventus, dovrà diventare comunitario sostenendo un esame di italiano. In questo caso si tratta di una questione estremamente burocratica, con l’esame che sarò svolto nei prossimi giorni online e sarà suddiviso in quattro tappe. I tempi non saranno brevissimi, ma in quel di Torino sperano che il tutto si possa chiudere entro il 5 ottobre, giorno in cui verranno chiuse le porte del calciomercato.

Suarez non è convinto della Juventus

Se da una parte c’è chi è convinto che ormai l’affare è concluso e bisognerà aspettare che il giocatore diventi comunitario, dall’altra parte, invece, c’è chi dice che il giocatore non è sicuro di voler tentare la pista Juventus. Come scrive infatti Sportmediaset, il Pistolero si sta allontanando dai bianconeri e la chiusura dell’affare non sembra essere così scontata come lo era prima. Il sito giornalistico italiano riporta la notizia rilanciata da Sport, quotidiano spagnolo, che spiega come il 33enne uruguaiano abbia congelato la trattativa prima di prendere una decisione circa il suo ultimo grande contratto prima della fine della sua carriera. Le cifre dell’affare le conosciamo, ma Suarez sarebbe dubbioso sulla destinazione finale, per questo motivo non avrebbe dato ancora il benestare alla conclusione della trattativa. Inoltre c’è da sciogliere il nodo Barcellona e passaporto, ma senza la volontà del calciatore, risulta tutto più difficile.

Suarez e le fake news

Mentre si cerca di capire come andrà a finire la vicenda tra Suarez e la Juventus, il giocatore continua ad allenarsi con il Barcellona. Nella scorse ore è comparsa una storia dell’uruguaiano dove si mostrava sorridente e nella storia successiva dove mette a segno un gol in allenamento. Qui viene lanciato il messaggio “Mentre escono fake news…” seguito da due emoticon che fanno il simbolo “ok“. Da quella storia in poi sono nate numerose interpretazioni, tra cui quella che il Pistolero avesse deciso di restare al Barcellona, complice anche Messi, ma in realtà non è così. Suarez è ormai fuori al progetto del nuovo allenatore del catalani ed è difficile che resti ancora un altro anno a guidare l’attacco. La motivazione più accreditata per quella storia è che Suarez abbia voluto rispondere alle critiche social fatte dai tifosi che non lo vedevano in perfetta forma, con una corsa appesantita e un tiro sbilenco. Per questo motivo l’uruguaiano ha deciso di rispondere a tutti con un sorriso e con un gol alla sua maniera.

  •   
  •  
  •  
  •