Juventus, Sorrentino su Dybala: “Non si discute, è il numero 10”

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui

Dybala
L’ex portiere di Palermo e Chievo, Stefano Sorrentino, ha parlato della situazione di Paulo Dybala. Compagni in rosanero prima che l’argentino si trasferisse alla Juventus, ai microfoni di Tuttosport Sorrentino ha dichiarato: “Dybala non si discute, la sua priorità è la Juventus. Mi ha stupito di come sia diventato bravo, altri più forti di lui potenzialmente si sono persi. Ha avuto una crescita vertiginosa, è un campione mondiale. Distratto dal rinnovo? Lo escludo. Sa bene che la priorità è la Juve, è il numero 10. È stato un anno sfigato e gliel’ho pure detto per messaggio. È un professionista serio con una grande dote: l’umiltà. Da quando è alla Juve non siamo mai riusciti a fare una cena insieme, non lo vedi mai in giro. Pensa solo a una vita da atleta”.

Dybala-Juventus: conviene davvero interrompere il rapporto?

Ci sono tanti motivi per cederlo e pochi per tenerlo. In primis, Dybala è uno dei pochi giocatori bianconeri che ha un po’ di mercato. Quindi la dirigenza non dovrebbe fare fatica a cederlo. Inoltre in caso di cessione, con il cartellino del calciatore valutato 60 milioni, La Juventus farebbe una plusvalenza di vitale importanza per le casse della società, visto il bilancio nettamente in rosso. Poi c’è da tener conto l’apprezzamento dei top club europei su Dybala. Se veramente la Vecchia Signora è intenzionata a cederlo, potrebbe utilizzarlo come pedina di scambio per raggiungere un altro top player. I nomi sono tanti, Pogba e Griezmann su tutti. Nell’ideale 3-4-1-2 di Andrea Pirlo, che in difesa diventa un 4-4-2, e con una coppia d’attacco inamovibile, formata da Ronaldo e Morata, la titolarità della Joya non è certa. Più volte però nelle conferente post-partita, Pirlo ha sottolineato la volontà di provare il tridente, ipotizzando quindi un possibile cambio modulo, viste la scarsa tendenza a difendere dei suoi attaccanti. Le ultime giornate di campionato sono l’occasione per Dybala di far ricredere la società e ricevere la fascia di capitano della Juventus, visti gli addii di Buffon e Chiellini.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciolmercato Juventus: suggestione uruguaiana per la Vecchia Signora