Trasloco Cristiano Ronaldo, il vicino: “Ho sentito i dialoghi, non erano in italiano”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Trasloco Cristiano Ronaldo
Trasloco Cristiano Ronaldo, i dettagli sullo spostamento delle vetture del portoghese. Addio Juve?

Ci sono ancora ombre sul motivo per cui Cristiano Ronaldo, campione della Juventus, abbia spostato le sue supercar dalla villa a Torino. Il numero sette bianconero, infatti, ha trasferito i suoi sette bolidi su un camion di Reclo Cargo, azienda di trasporti portoghese. Questo ha fatto insospettire molti tifosi e addetti stampa, ritenendolo un inizio di addio alla causa bianconera. I vicini del portoghese hanno assistito alla scena e hanno confermato come non sembra uno spostamento verso un altro punto di Torino.

Trasloco Cristiano Ronaldo, il vicino: “CR7 controllava tutto nei minimi particolari”

Un gesto che bisogna chiarire, nonostante i bei messaggi sui social, CR7 sembra destinato a lasciare la Juventus. Certo, tutto sembra dipende dalla qualificazione in Champions, ma nell’aria sembra esserci ormai la rottura. Una scelta inusuale e non dettata da un trasloco in un’altra abitazione di Torino, come confermato a Radio Punto Nuovo da Luciano Saroglia, vicino di CR7, che ha fornito indicazioni precise su quanto accaduto nella scorsa serata: “L’altra sera, verso le 23.30, parte del parco auto di Ronaldo è stato caricato su un camion. Abbiamo visto Cristiano controllare i veicoli e vigilare sulle operazioni. È improbabile che si trattasse di un trasloco in un altro punto della città. Lo sentivamo parlare con gli autisti ma non in italiano, hanno fatto tutto con la massima cura“.

Leggi anche:  Anche l'Inter su Lingard: sfida a Real e PSG

Non è la prima volta che il fantasista portoghese sposta le sue macchine. Come spiegato anche da Fanpage, infatti, il calciatore ha già spostato altre volte le sue macchine da Torino, ma capitava nel periodo in cui andava in vacanza. Questa volta, invece, sembra totalmente diverso, sia perché in un periodo di crisi della Vecchia Signora sia perché sembra un trasloco più massiccio. Il vicino di Cristiano ha confermato anche che tre anni fa, all’arrivo in Italia del portoghese, ben due camion si preoccuparono di scaricare le automobili dell’ex Real Madrid.

  •   
  •  
  •  
  •