Stybar: vittoria e tris di maglie. Zdenek Stybar ha ottenuto una vittoria spettacolare nella seconda tappa della Tirreno Adriatica 2016

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

foto 1

Stybar: vittoria e tris di maglie. Zdenek Stybar ha ottenuto una vittoria spettacolare nella seconda tappa della Tirreno Adriatica 2016

TYBAR: VITTORIA E TRIS DI MAGLIE

Zdenek Stybar ha ottenuto una vittoria spettacolare nella seconda tappa della Corsa dei Due Mari. Il campione ceco, diventato famoso nel ciclocross prima di passare alla strada, ha tagliato la linea del traguardo con un secondo di vantaggio su finisseur di livello eccelso come Peter Sagan ed Edvald Boasson Hagen. Con un sol colpo ha conquistato la Maglia Azzurra di leader della corsa, la Maglia Rossa di leader della classifica a punti e la Maglia Verde di miglior scalatore, mentre il suo compagno di squadra Bob Jungels ha completato il cappotto della squadra belga indossando la Maglia Bianca di miglior giovane.

Al via un gruppo di sei corridori era partito all’attacco sin da Camaiore: Simone Andreetta (Bardiani CSF), Giorgio Cecchinel (Androni Giocattoli – Sidermec), Cesare Benedetti (Bora-Argon 18), Luis Mas (Caja Rural -Seguros RGA), Nikolay Mikhailov (CCC Sprandi – Polkowice) e Federico Zurlo (Lampre – Merida). Giunti a un vantaggio massimo di 6’40”, hanno concluso la loro avventura a 10 km dall’arrivo. A quel punto Giovanni Visconti (Movistar Team), Mirko Selvaggi (Androni Giocattoli-Sidermec) e Diego Ulissi (Lampre – Merida) hanno attaccato in tre diversi momenti, rispettivamente a 5,7 km, 3,5 km e 3 km dall’arrivo. Mancavano solo 2,8 km quando Stybar è partito da solo, scegliendo come trampolino la parte più dura della salita. Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) ha provato a rientrare da solo ma a quel punto Stybar era ormai irraggiungibile.

RISULTATO FINALE

1 – Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step) – 207 km in 5h10’03”, media 40,058 km/h
2 – Peter Sagan (Tinkoff) a 1″
3 – Edvald Boasson Hagen (Dimension Data) s.t.

MAGLIE

Maglia Azzurra, leader della classifica generale, sponsorizzata da NamedSport – Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step)
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Bora – Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step) – La maglia domani verrà indossata dal secondo in classifica Simone Andreetta (Bardiani CSF)

Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da CSM – Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step) –

La maglia domani verrà indossata dal secondo in classifica Federico Zurlo (Lampre – Merida)

Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Selle Italia – Bob Jungels (Etixx – Quick Step)

CLASSIFICA GENERALE

1 – Zdenek Stybar (Etixx – Quick Step)
2 – Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) a 9″
3 – Tejay van Garderen (BMC Racing Team) s.t.
foto 2

DICHIARAZIONI CONFERENZA STAMPA

Zdenek Stybar: “Il mio direttore sportivo Davide Bramati mi ha chiamato due settimane fa dicendomi che questa tappa era fatta per me. Ero pronto, ma finché non si è in gara non si sa mai come si svilupperà la corsa. Qualcuno ha paragonato la mia vittoria di oggi a quella nel Tour de France lo scorso anno ma credo sia stata una tappa diversa. Sono partito da più lontano, oggi. Certamente con un timing perfetto. Ho guardato indietro e ho visto che non mi seguiva nessuno. Mi ha aiutato molto fare un primo passaggio da Pomarance perché sapevo cosa mi aspettava nel finale. Ho potuto recuperare energie in discesa e nelle curve ed ho sparato di nuovo tutto negli ultimi 200 metri. Questa vittoria è molto importante in vista delle Classiche di Primavera. Ho già corso la Milano-Sanremo tre volte, sempre con maltempo e non so cosa mi aspetterà quest’anno. Certo 300 km sono tanti, è la gara più lunga e non basterà solo attaccare sul Poggio al momento giusto come ho fatto oggi”.
cartina

TAPPA DI DOMANI

Tappa 3 – Castelnuovo Val di Cecina – Montalto di Castro 176 km
Ritrovo di partenza: Castelnuovo Val di Cecina, Piazzale Matteotti
Podio firma: 10.25-11.45
Incolonnamento: 11.50
Patenza – KM 0: 11.55 (trasferimento 1.500m)
Arrivo: 16.00 circa
Quartiertappa: Complesso Monumentale San Sisto, Via Tirrenia 14, Montalto di Castro

Percorso

Tappa veloce ondulata presumibilmente da concludersi in volata di gruppo, ma con un finale dove la vittoria i velocisti dovranno conquistarsela. Si parte da Castelnuovo Val di Cecina dove attraversando la zona della Geotermia si affronterà una continua serie di saliscendi attraverso le località di Sasso Pisano, Monterotondo Marittimo e Massa Marittima. Giunti in pianura la tappa punta verso sud e verso la Maremma toccando le città di Grosseto, Scansano e Manciano prima di lanciarsi in una lunghissima accelerazione tutta in leggera discesa verso il traguardo cittadino di Montalto di Castro.

Ultimi km

Finale cittadino dove dopo una prima parte in discesa si affronta una breve risalita al 3-4% che porta in centro all’abitato dove inizia il rettilineo finale (con una leggera semicurva) sempre in lieve ascesa (tra il 2 e il 3%) su asfalto.

PUNTI DI INTERESSE CASTELNUOVO VAL DI CECINA, partenza

Il borgo di Castelnuovo è un comune incastonato nel tipico paesaggio collinare toscano dal quale si dipanano percorsi naturalistici e paesaggi mozzafiato tipici dell’entroterra Toscano. Del comune sito nella Val di Cecina fa parte il borgo di Montecastelli Pisano, che conserva tutt’oggi un aspetto medievale con case in pietra grigia un tempo costeggiate dalle mura di cui sono ancora visibili alcuni resti. Punti di interesse sono la Torre dei Pannocchieschi e la chiesa parrocchiale dei SS. Filippo e Giacomo. Poco distante dal borgo si trova la “Buca delle fate”, un ipogeo etrusco. Le fumarole naturali sorgono invece adiacenti al borgo di Sasso Piano, noto proprio per i soffioni e lagoni boraciferi, oltre che per il suo aspetto di rocca medievale. Le possenti mura medievali sono tutt’ora presenti e visitabili. Numerose sono anche le sorgenti naturali di acqua termale che, dai tempi degli Etruschi passando per i romani e sino agli anni cinquanta, hanno dato vita a impianti termali.

MONTALTO DI CASTRO, arrivo

Montalto di Castro è il comune più a nord della Regione Laziale, meta di turismo legato sia alle sue spiagge sia al paesaggio naturale. È inoltre il primo comune italiano per energia prodotta con il fotovoltaico, un primato virtuoso dovuto alla presenza della centrale termoelettrica Alessandro Volta, la terza più importante al mondo e la seconda d’Europa in termini di megawatt prodotti. L’economia moderna e lo stupendo paesaggio non escludono anche un’affascinante storia che nel comune Montaldo di Castro, situato nella maremma laziale in provincia di Viterbo, è visibile in particolar modo nel sito archeologico dell’antica città etrusca di Vulci. La città etrusca, circondata da antiche necropoli, vanta tra l’altro il castello dell’Abbadia, che ospita un museo archeologico dove si possono vedere ricchi corredi ritrovati nelle tombe adiacenti. Il sito si divide tra i comuni di Montalto di Castro e Canino.
foto 3

COPERTURA TV

Le immagini di gara della Tirreno-Adriatico NamedSport 2016 sono distribuite in tutti e cinque i continenti per un totale di 161 Paesi nel mondo. 15 i network televisivi coinvolti, otto dei quali live.
Host broadcaster dell’evento è RAI, che cura la produzione e trasmetterà la corsa in diretta su Rai Sport 2 dalle 14.30 fino alle 15.15. Da quell’ora la corsa verrà trasmessa da Rai 3, per poi ritornare dopo 10 minuti dal termine della gara nuovamente su Rai Sport 2 fino alle 16.30.

Nel panorama europeo, la gara è trasmessa in 53 Paesi su Eurosport 1, in Belgio su VRT, in Spagna su Teledeporte e in Francia in esclusiva su beIN Sports.

Sempre il network di beIN Sports detiene i diritti negli USA e nelle aree geografiche di Medio Oriente e Nord Africa, mentre in Sudafrica e Africa Subsahariana highlights della corsa sono offerti da Supersport.

In America Latina, la Tirreno-Adriatico NamedSport è trasmessa live da TDN in Messico e altri cinque Paesi centroamericani, mentre ESPN Sur copre tutti i territori di lingua spagnola.

Gli appassionati australiani possono seguire gli highlights della gara su Fox Sports e la diretta su SBS e Eurosport Asia Pacific, che trasmette live anche in altre 15 nazioni. A completare il quadro asiatico, le fasi salienti della corsa sono offerte da J Sports in Giappone, LETV in Cina, da True Visions in Thailandia e da FPT Telecom in Vietnam. Altrettanto fa Sky Sport in Nuova Zelanda.

La Corsa dei Due Mari è inoltre distribuita in tutto il mondo attraverso la piattaforma SNTV – Sports News Television e, grazie a Sport24, è presente su aerei e navi da crociera.
foto 4

LIVE TWEET

Ogni giorno potete seguire la Tirreno-Adriatico NamedSport grazie a un live tweet, con tutti gli aggiornamenti della tappa in corsa, dal profilo twitter ufficiale @TirrenAdriatico – L’hashtag per commentare in diretta con noi è #Tirreno

  •   
  •  
  •  
  •