Mondiali ciclismo 2016, cronometro uomini élite 12/10: percorso, favoriti e orari

Pubblicato il autore: Lorenzo Siggillino Segui
Mondiali ciclismo 2016 cronometro Doha

Mondiali ciclismo 2016: cronometro uomini élite

Mondiali ciclismo 2016, cronometro uomini élite del 12/10

Primo attesissimo appuntamento per la categoria uomini élite nei Campionati del Mondo di ciclismo di Doha. Si assegna oggi nella capitale del Qatar la medaglia d’oro e la maglia di Campione del Mondo per la specialità a cronometro individuale. Presente a questi mondiali ciclismo 2016 anche il detentore del titolo 2015, il bielorusso Vasil Kiryienka, venuto in Qatar per onorare la maglia e cercare di mantenerla. Il campione in carica ad ogni modo non avrà vita facile, in un percorso che non si adatta alle sue caratteristiche e con tanti pretendenti più attrezzati di lui per andare a medaglia. Italia che non può schierare Adriano Malori, argento nella cronometro dei mondiali 2015, per via degli infortuni. Le speranze azzurre saranno quindi riposte nell’esperto Manuel Quinziato.

Mondiali ciclismo 2016: il percorso della cronometro individuale uomini élite

Ci sono già state tante polemiche in questi mondiali ciclismo 2016, buona parte di queste si è concentrata sulle alte temperature di Doha e sulla sicurezza dei corridori. Inutile negare che anche oggi il caldo avrà un ruolo importante: sono previsti circa 39 gradi e non sarà agevole per nessuno dei partecipanti. La prova a cronometro di Doha prevede 40 km, che percorrono in larghi tratti le strade delle tappe contro il tempo del Tour of Qatar. La distanza è breve per essere la cronometro di un Campionato del Mondo, inoltre i ciclisti non troveranno alcuna difficoltà altimetrica. Si partirà dal Nord di Doha, dal Lusail Sports Complex, con i 13 km iniziali abbastanza tecnici. Seguiranno altri 13 km estremamente favorevoli agli specialisti: la sede stradale sarà ampia, esposta al vento e perfettamente piatta. A questo punto, percorsi i primi 26 km, si passerà davanti all’Università di Doha e gli ultimi 7 km saranno nel circuito della prova in linea, The Pearl. In quest’ultimo tratto la corsa tornerà a farsi moderatamente tecnica, con diverse curve impegnative. Il percorso è sostanzialmente per i grandi specialisti, veri favoriti per le medaglie in questa prova dei mondiali ciclismo 2016. Tuttavia, saranno più agevolati i corridori molto potenti, per poter fare velocità nonostante il vento servirà molta forza. La parte centrale di gara è quella più esposta e lì si possono perdere e guadagnare tanti secondi.

Mondiali ciclismo 2016: Favoriti per la cronometro uomini élite

Visil Kiryienka ha trionfato nei Campionati del Mondo di Richmond 2015, ma non è il favorito in questa prova di Doha 2016. Il bielorusso ha bisogno di distanze più lunghe per poter impensierire atleti del livello di Tom Dumoulin, Tony Martin e Rohan Dennis. Questo sulla carta, ma non è detto che Kiryienka non trovi una giornata di grazia, come diverse volte gli è capitato in carriera. I favoriti per andare a medaglia in questa specialità dei mondiali ciclismo 2016 sono esattamente loro tre: Rohan Dennis da Adelaide, Australia; Tom Dumoulin da Maastricht, Paesi Bassi; Tony Martin da Cottbus, Germania. Il percorso di Doha è perfetto per loro che sono potenti e sanno fare grande velocità anche con il vento, fattore che oggi nel deserto si farà sentire. L’australiano sembra il più in forma dei tre, nella cronometro dell’Eneco Tour ha sbaragliato la concorrenza, ma Dennis è anche l’unico a non essere mai andato a medaglia nelle prove contro il tempo dei mondiali. Tom Dumoulin è stato bronzo nei Campionati del Mondo di Ponferrada 2014, ma l’olandese non è andato forte all’Eneco Tour e ha ammesso di essere stanco dopo una stagione così ricca di appuntamenti. Attenzione sempre a Tony Martin, campione mondiale per tre anni consecutivi (2011, 2012 e 2013). Il tedesco recentemente non ha mostrato grandi cose nelle prove contro il tempo (fuori dalla top 10 a Rio 2016 e solo settimo a Richmond nella passata stagione). Bisogna però inserirlo come favorito per le medaglie perchè in questi mondiali ciclismo 2016 ha già guidato la Etixx alla vittoria nella cronometro a squadre e questa dovrebbe essere una chiara indicazione del suo stato di forma.

Mondiali ciclismo 2016: Candidati per vittoria e medaglie nella cronometro di Doha

Una cronometro di questo tipo presenta tantissime incognite: il caldo e il vento prima di tutto, ma anche lo stato di forma e la stanchezza. Nei tre favoriti solo Rohan Dennis sembra arrivare a questi mondiali ciclismo 2016 con una condizione fisica ottimale e la corsa per le medaglie sarà quindi estremamente aperta. Si giocherà le sue carte ovviamente il Campione del Mondo Vasil Kiryienka, anche se avrebbe preferito una quindicina di chilometri in più. La Spagna non potrà inventarsi molto: il percorso non è adatto a Castroviejo, il Campione Europeo lo ha ammesso candidamente. Castroviejo proverà a fare il suo meglio, ma sicuramente avrebbe voluto qualche pendenza in più e una strada meno aperta al vento. Servirà potenza e forza, allora ci si può aspettare di trovare trai protagonisti Primoz Roglic (Slovenia), Jos Van Emden (Paesi Bassi), Alex Dowsett (Gran Bretagna). Grande curiosità per il britannico della Movistar, che dopo essere sparito dai radar per alcuni mesi sembra tornato competitivo a cronometro. La prova di Doha nei mondiali ciclismo 2016 è un ottimo banco di prova, con un percorso che sembra fatto su misura per lui. Lo sloveno Roglic ha stupito tutti quest’anno, ma forse ha perso la forma che gli poteva consentire di andare a medaglia: non vederlo in Top 10 sarà comunque difficile. Occhio a Van Emden che nelle prove contro il tempo va sempre fortissimo, oggi sarà molto interessante vedere il suo risultato perchè finalmente l’olandese potrà esprimere la sua potenza in un tracciato senza salite e non breve.

Mondiali ciclismo 2016: Possibili outsider della cronometro di Doha

Il Belgio non dovrebbe aver problemi a centrare la Top 10 della cronometro dei mondiali ciclismo 2016. Entrambi i rappresentanti belgi, sia Yves Lampaert che Victor Campenaerts, sono trai più forti nelle prove contro il tempo e cercheranno di ben figurare: un piazzamento nei primi 10 sembra probabile, ma potrebbe arrivare qualcosa in più da uno dei due. La Polonia si presenta attrezzata, con sia Bodnar che Bialoblocki potenziali candidati per la Top 10. Maciej Bodnar è più esperto del compagno di squadra e anche più adatto al percorso: il polacco potrebbe finire vicino alla zona medaglie. Stati Uniti abbracciati stretti a Taylor Phinney, che negli anni scorsi sembrava destinato a diventare uno dei corridori di riferimento nelle cronometro. A Valkenburg nel 2012, l’americano arrivò secondo dietro Tony Martin solo per 5″. Se la condizione dovesse essere quella giusta, Phinney potrebbe essere la vera sorpresa di questa prova contro il tempo dei mondiali ciclismo 2016. La Francia si affida a Johan Le Bon, il Portogallo a Nelson Oliveira, la Svizzera a Stefan Kung. Nella Germania, oltre a Tony Martin, occhio a Jasha Sutterlin che è in costante ascesa nelle cronometro e su questa strada così aperta potrà sprigionare la sua enorme potenza.

Mondiali ciclismo 2016: Orari di partenza dei candidati alle medaglie

La prima partenza della cronometro dei mondiali ciclismo 2016 sarà alle 12:30 orario italiano. L’ultimo corridore si lancerà nel percorso di Doha alle 14:12 e sarà ovviamente il Campione del Mondo in carica, Vasil Kiryienka. Primo dei più forti a partire, invece, sarà l’atleta dei Paesi Bassi, Jos Van Emden. Ecco gli orari di partenza dei migliori:
13:03:00 Jos Van Emden
13:42:00 Primoz Roglic
13:48:00 Manuel Quinziato
13:51:00 Stefan Kung
13:52:30 Alex Dowsett
13:55:30 Taylor Phinney
13:58:30 Victor Campenaerts
14:00:00 Johan Le Bon
14:01:30 Bob Jungels
14:03:00 Nelson Oliveira
14:04:30 Maciej Bodnar
14:06:00 Jonathan Castroviejo
14:07:30 Tony Martin
14:09:00 Rohan Dennis
14:10:30 Tom Dumoulin
14:12:00 Vasil Kiryienka

  •   
  •  
  •  
  •