Tirreno-Adriatico 2017, tappa 2: altimetria, percorso e favoriti

Pubblicato il autore: romolo simonicca Segui

Seconda tappa Tirreno-Adriatico 2017

Dopo la cronosquadre di Lido di Camaiore, la Tirreno-Adriatico 2017 entra nel vivo con la prima frazione in linea. La Camaiore-Pomarance, con i suoi 228 chilometri è la tappa più lunga della 52^ edizione della Corsa dei Due Mari. Tappa mossa e nervosa, soprattutto nella seconda parte con diversi sali e scendi che dovrebbero tagliare fuori i velocisti puri, anche se qualcuno potrebbe tenere. L’anno scorso, sul traguardo di Pomarance vinse il ceco Zdenek Stybar con un assolo sull’ultimo strappo. Da considerare però, che quest’anno il finale di tappa è leggermente meno duro di quello del 2016 e dunque sarà più difficile fare la differenza. Andiamo ora ad analizzare nel dettaglio il percorso.

Percorso 2^ tappa Tirreno-Adriatico 2017

I 228 chilometri totali sono praticamente spaccati in due, con una prima parte completamente pianeggiante ed una seconda che prevede ben tre Gran Premi della Montagna. Niente di eccezionale sia chiaro, ma in una corsa così lunga e a questo punto della stagione, potrebbero farsi sentire. Dopo aver attraversato Pisa e diverse località della provincia, i corridori si troveranno di fronte la prima asperità di giornata al chilometro 127. Si scollinerà dapprima a Serrazzano, poi a Volterra e infine a Montecatini Val di Cecina. Da qui, mancheranno 23 chilometri al traguardo di Pomarance, posto in cima ad uno strappetto tutto da interpretare. Ci saranno anche due traguardi volanti, posti rispettivamente al chilometro 145,6 e 154,4, nei quali sarà possibile conquistare abbuoni per la classifica generale. Tappa che si presta dunque a diverse interpretazioni: si potrebbe arrivare in volata, ma senza i velocisti puri, oppure come l’anno scorso qualcuno potrebbe centrare il colpo di mano staccando tutti. Qualche possibilità anche per fughe dalla media o lunga distanza, anche se le squadre dei favoriti cercheranno di controllare la corsa.

Favoriti 2^ tappa Tirreno Adriatico 2017

Arrivi come questo sono il pane quotidiano di corridori con le caratteristiche di Peter Sagan e Greg Van Avermaet. Entrambi hanno più di una freccia nel loro arco. Sia lo slovacco che il belga possono vincere in una volata scremata dalle ruote più veloci, o con assoli nei sali e scendi finali. Non a caso stiamo parlando del Campione del Mondo e del Campione Olimpico in carica. Con loro, tra i favoriti inseriamo il colombiano Fernando Gaviria, che definire velocista sarebbe riduttivo. Il giovane fuoriclasse della Etixx Quick Step dovrebbe tenere sulle salitelle di domani. Occhio, nel caso si dovesse arrivare allo sprint di gruppo, l’uomo da battere sarebbe lui. Altri corridori con buone possibilità di vincere la tappa son Tim Wellens e il trionfatore della passata stagione Znedek Stybar. Entrambi dovranno cercare di staccare gli avversari, dato che in volata avrebbero poche speranze. Tra gli outsider occhio a Vanmarcke, Stuyven, Moser, Gatto, Felline e Kwiatkowski, quest’ultimo grande protagonista della Strade Bianche di sabato scorso. Per quanto riguarda gli uomini di classifica, non è certo questa la tappa nella quale si sfideranno direttamente, anche se corridori con le caratteristiche di Adam Yates e Bauke Mollema potrebbero provare qualcosa nel finale. I grandi favoriti della vigilia invece – Nibali e Quintana su tutti – aspetteranno il Terminillo per cercare di vincere la Tirreno-Adriatico 2017.

  •   
  •  
  •  
  •