Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 1: percorso cronosquadre, dove vederla in diretta tv e streaming

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui


Comincia oggi la Tirreno Adriatico 2018, edizione numero 53 della corsa dei due mari nonché uno tra gli appuntamenti più attesi nel ciclismo a ridosso della primavera delle grandi classiche. Quest’anno più che mai questa breve corsa a tappe organizzata da RCS Sport è simile ad un “grande Giro” (come recitava la cartella stampa) per la qualità del cast dei corridori, i quali da oggi saranno impegnati nel percorso che dalle coste della Toscana arriverà alla sponda marchigiana: da Dumoulin ai nostri ciclisti di punta Nibali ed Aru, passando per Sagan, Bardet, Uran, Van Avermaet, Kwiatkowski, Gaviria, Ulissi, Lopez, Landa, Porte ed anche Froome, al netto dalla scia di polemiche per il caso salbutamolo che ormai si trascina da mesi senza trovare soluzione definitiva.
Ma soprattutto l’edizione 2018 della Tirreno Adriatico acquista un senso ulteriore che va al di là dell’agonismo per spingersi nel toccare delle corde profonde: la cinquantatreesima corsa dei due mari infatti ricorderà Michele Scarponi, un corridore di valore sportivo ed umano che ci ha lasciato troppo presto l’anno scorso. La Tirreno approderà infatti nella sua Filottrano, scelta come traguardo della quinta tappa.
Sette tappe, 982 km totali da correre da oggi al prossimo 13 marzo: due frazioni a cronometro, di cui quella odierna riservata alle squadre, due ritagliate per gli arrivi allo sprint, due su misura per i finisseur e la penultima tappa con un finale in salita. Ce n’è per tutti i gusti, come di consueto quando si parla di questo compendio di ciclismo che è la Tirreno Adriatico. Nell’attesa di scoprire chi succederà a Nairo Quintana come vincitore di questa breve corsa a tappe, vediamo nel dettaglio la cronosquadre di oggi, i team favoriti e la programmazione tv.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 1: il percorso della cronosquadre

La cronosquadre che inaugura la Tirreno Adriatico 2018 è una frazione di 21,5 km nel Lido di Camaiore, cittadina già sede del Gran Premio tenutosi dal 1966 al 2014 (ultimo vincitore Diego Ulissi) in provincia di Lucca (profilo altimetrico in testa all’articolo): frazione che è praticamente simile alla prova contro il tempo del 2017 svoltasi nello stesso luogo. Il percorso, totalmente piatto e senza alcun tipo di difficoltà altimetrica, è composto praticamente da due rettilinei paralleli che corrono lungo la strada prospiciente il lungomare. I primi 9,5 km sono rettilinei per poi inserirsi nella svolta ad anello rettangolare di Forte dei Marmi che riporterà i corridori nella zona attigua alla spiaggia, lungo il rettilineo che conduce al traguardo. Rilevamento dell’intermedio posto in zona viale Italico, al km 10,7.

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 1: le squadre favorite

La conformazione altimetrica della cronosquadre del Lido di Camaiore è fatta apposta per un passo di gara veloce e rapporti lunghi, di conseguenza i 22 team (18 World Tour e 4 wild card) avranno la loro occasione per far ben figurare gli specialisti puri delle prove contro il tempo, nonché i passistoni.
I favori del pronostico arridono ad una squadra come la Sunweb, fresca campione del Mondo nella specialità a Bergen l’anno scorso e che si presenta con una formazione che ricalca quasi del tutto quella vincente in Norvegia: Tom Dumoulin, favorito anche della generale della Tirreno Adriatico 2018 ma che ha ammesso nella conferenza stampa di ieri di non essere al cento per cento della forma, avrà infatti al suo fianco i compagni campioni mondiali 2017 nella cronosquadre Lennard Kämna, Wilco Kelderman, Soren Andersen e Michael Matthews. La line up è completata da Nikias Arndt e Simon Geschke.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Ma in pole per conquistare la prima tappa della corsa dei due mari numero cinquantatre ci sono anche squadroni come il Team Sky, guidato da un Chris Froome inseguito dal fantasma della squalifica per via della controversa vicenda del salbutamolo: il britannico, attualmente primo nel ranking World Tour ma più per demeriti dei suoi avversari, non ha brillato alla Ruta del Sol ma solitamente i suoi avvii di stagione partono in sordina per poi esplodere nel periodo dei grandi giri. Assente in una gara italiana dal 2013, Froome sicuramente vorrà dare un segnale che faccia parlare di sé non più per questioni extrasportive: accanto a lui, tra gli altri, corridori di razza nelle prove contro il tempo come il campione nazionale a cronometro Gianni Moscon e lo specialista Vasil’ Kiryenka, oltre ad uno come Geraint Thomas che si difende egregiamente nelle prove contro il tempo come si è visto nella recente Volta ao Algarve.

Ancora, altra favorita è la BMC, già due volte iridata mondiale nelle cronosquadre e recentemente vincitrice della prova contro il tempo che ha inaugurato l’ultima edizione della Vuelta. Richie Porte avrà dalla sua un treno in cui spiccano specialisti come Stefan Küng e Rohan Dennis.
Possibilità anche per la Quick Step Floors, tre volte oro mondiale, che schiera passisti di livello come Bob Jungels e Niki Terpstra, e la Lotto NL Jumbo che si presenta con dei fuoriclasse come Primož Roglič e Jos van Emden. Si giocherà le sue carte anche la Movistar di Mikel Landa (a 22” di ritardo dalla vincitrice BMC nella cronosquadre fotocopia dello scorso anno) con un treno composto da corridori esperti nella specialità come Nelson Oliveira ed Andrey Amador, nonché un ciclista veterano come Daniele Bennati.
Attenzione infine alla UAE Emirates di Fabio Aru, ed in particolare ad un pistard prestato alla strada che potrebbe trascinare il resto dei compagni, ovvero il due volte campione del mondo nell’inseguimento individuale Filippo Ganna.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Tirreno Adriatico 2018 oggi Tappa 1: programmazione tv

La stagione inizia ad entrare nel vivo e la copertura mediatica, anche in chiaro, si fa più capillare: la cronosquadre che apre la Tirreno Adriatico 2018 sarà infatti visibile sulla Rai con la prima diretta sui canali 57 e 58, ovvero Rai Sport + HD e Rai Sport, a partire dalle ore 13; successivamente la linea passerà a Rai 3 dalle ore 15.15. Consueto streaming su Rai Play.Per quanto riguarda la pay tv, su Eurosport 2 la gara verrà trasmessa live dalle 13.50. Streaming su Eurosport Player.

  •   
  •  
  •  
  •