Giro d’Italia 2018 tappa 7, Sam Bennett brucia tutti sull’arrivo di Praia a Mare

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

E’ Sam Bennett (Bora Hansgrohe) a trionfare in volata sul traguardo di Praia a Mare, davanti ad Elia Viviani (Quick Step Floors) e Niccolò Bonifazio (Bahrain Merida). Non cambia la situazione in classifica generale, con Simon Yates sempre al comando davanti a Tom Dumoulin e a Esteban Chaves, alla vigilia di due arrivi in salita molto importanti prima del giorno di riposo.

Giro d’Italia 2018 tappa 7, (Pizzo – Praia a Mare, 149 km): LA CRONACA

Gruppo che ha passato il km 0 di Pizzo alle ore 13:33, forte di 171 corridori in virtù del ritiro odierno di Edoardo Zardini (Wilier Triestina – Selle Italia), caduto ieri mentre era in fuga e giunto all’arrivo sull’Etna insieme all’ultimo gruppetto, nonostante una clavicola fratturata.
Pronti via ed un quartetto formato da Davide Ballerini, Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec), Markel Irizar (Trek Segafredo) e Tony Martin (Katusha Alpecin) prova ad avvantaggiarsi, ma il gruppo non li lascia andare spaventato dalla presenza del passistone tedesco.
Al km 8 ci riprovano così Ballerini e Irizar affiancati da Maxim Belkov (Katusha Alpecin), riuscendo stavolta a guadagnare subito un discreto vantaggio. A questo punto, con la fuga tenuta sotto controllo dal gruppo guidato dalla Wilier per Jakub Mareczko, la Quick Step Floors per Viviani e la Mitchelton Scott della maglia rosa, l’andatura diminuisce rendendo la tappa meno impegnativa, visto anche le lunghe operazioni di trasferimento di ieri dovute al passaggio via mare dalla Sicilia alla Calabria, con molti corridori arrivati in albergo in piena notte.
Il primo a transitare sotto lo striscione del traguardo volante di Guardia Piemontese Marina (km 96.2) è così il ragazzo dell’Androni davanti a Belkov ed Irizar, che a lungo a cercato di spiegare ai compagni di fuga di dover ridurre la velocità per gestire le proprie forze in vista del finale. Al km 133.3 invece, giunti al secondo ed ultimo traguardo volante di Santa Maria del Cedro (che metteva in palio anche secondi di abbuono), è lo stesso Irizar a passare in testa a tutti, mentre Elia Viviani andava a prendere i punti del quarto posto per consolidare il primato nella classifica a punti. A 40 km dall’arrivo i tre fuggitivi, arrivati a guadagnare fino a 4’26”, cominciano così ad aumentare il passo, ma il gruppo guidato ancora dalla Quick Step e dalla Education First di Sacha Modolo non lascia scampo, annullando la fuga al km 14.3 (l’ultimo ad arrendersi è stato Davide Ballerini).
Si arriva così alla volata finale, non facile da impostare a causa del rettilineo lungo ben 1900 metri, con i treni dei velocisti ben disposti nelle prime posizioni, tutte spalla a spalla per lanciare la volata: il primo a partire è Sacha Modolo, ma proprio nel finale è Sam Bennett ad uscire e a vincere davanti a Elia Viviani e Niccolò Bonifazio.

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Giro d’Italia 2018 tappa 7, (Pizzo – Praia a Mare, 149 km): ORDINE DI ARRIVO

1) Sam Bennett (Bora Hansgrohe) in 3h45’27”
2) Elia Viviani (Quick Step Floors) st
3) Niccolò Bonifazio (Bahrain Merida) st
4) Sacha Modolo (Education First) st
5) Danny Van Poppel (Lotto NL Jumbo) st

Giro d’Italia 2018 tappa 7, (Pizzo – Praia a Mare, 149 km): CLASSIFICA GENERALE

1) Simon Yates (Mitchelton Scott) in 26h31’30”
2) Tom Dumoulin (Sunweb) a 16″
3) Esteban Chaves (Mitchelton Scott) a 26″
4) Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) a 43″
5) Thibaut Pinot (Groupama FDJ) a 45″

  •   
  •  
  •  
  •