Tour de France 2018, esclusioni eccellenti nella Mitchelton Scott

Pubblicato il autore: Alessandro Cheti Segui

A poco più di dieci giorni dalla partenza del Tour de France 2018 si sta delineando il quadro ufficiale e definitivo dei corridori al via. Molto sorprendente è stata la selezione scelta dalla Mitchelton Scott. La squadra australiana ha optato per uno schieramento incentrato su un unico obiettivo, la classifica generale di Adam Yates. Lo scalatore britannico avrà tutta la squadra a disposizione per cercare di ripetere gli exploit del gemello Simon al Giro d’Italia e concretizzare il miglior piazzamento possibile, magari sul podio parigino.
Per dare più supporto possibile a Yates la Mitchelton Scott ha deciso di non convocare il suo velocista principe Caleb Ewan, così come non ci sarà spazio per Matteo Trentin, già vincitore in passato di due tappe al Tour.
E’ soprattutto la mancata chiamata di Caleb Ewan a far discutere: il suo contratto è in scadenza a fine stagione e sono molto insistenti le voci che lo vogliono già in accordo con la Lotto Soudal, dove prenderebbe il posto di Andrè Greipel. L’esclusione di Ewan dal Tour de France sembrerebbe una rivalsa della squadra per non aver prolungato il contratto, ma il Ds Matthew White ha respinto questa ipotesi parlando di una scelta puramente strategica.
“Negli ultimi due anni abbiamo fatto tanti sforzi per gli sprint, ma non è andata come volevamo” ha spiegato White in un’intervista a Cyclingweekly. “Adam Yates è in forma, ha ottenuto risultati in tutta la stagione compreso il Giro del Delfinato. Dovevamo scegliere se puntare su entrambi i ragazzi o incanalare tutte le nostre energie su Adam e i corridori attorno a lui” ha continuato White, entrando poi nel merito della questione contrattuale di Ewan. “Posso parlare per conto del nostro team. Un esempio è stato nel 2016 quando sapevamo che Michael Matthews sarebbe andato alla Sunweb, ma lo abbiamo portato al Tour de France e lui ha vinto una tappa. Qualsiasi movimento ci sia su Caleb per il prossimo anno noi dobbiamo decidere su cosa è meglio ora per il Tour de France” ha dichiarato White.
La scelta della Mitchelton Scott per questo Tour de France fa parte di una strategia più ampia che ha portato la squadra a trasformarsi nel corso degli anni. Nata come formazione rivolta soprattutto alle classiche e agli sprint, la Mitchelton ha cominciato a riorganizzarsi per puntare ai grandi giri, scegliendo tre leader giovani e di talento come Chaves e i gemelli Yates e affiancandogli poi dei corridori di valore ed esperienza per sostenerli. La trasformazione è stata ripagati dai risultati, visto i due podi a Giro e Vuelta ottenuti da Chaves nel 2016, e la spettacolare, anche se incompiuta, corsa rosa di Simon Yates nelle scorse settimane.
Questa tendenza potrebbe farsi ancora più accentuata in futuro. La Mitchelton è intenzionata a tenersi stretti i suoi tre gioielli da grandi giri, nonostante le tante richieste arrivate soprattutto ai gemelli Yates. Insieme a Ewan potrebbe invece essere sacrificato parte del gruppo degli sprint, che comprende anche Luka Mezgec e Daryl Impey. A confermare la priorità data agli obiettivi di classifica, ora come in futuro, è stato ancora in maniera molto chiara Matthew White. Il Ds australiano ha parlato apertamente di una Mitchelton senza sprinter il prossimo anno. “Siamo diventati una squadra molto credibile per la classifica. Quando guardi a questa stagione è stata quella di maggior successo finora, ma solo due vittorie sono arrivate da velocisti. Vedremo chi sarà il nostro velocista l’anno prossimo e se ne avremo uno. Forse sarebbe meglio stare fuori un anno o due finchè non riusciamo a trovare la persona giusta” ha concluso White.
Intanto la Mitchelton ha ufficializzato lo schieramento definitivo che andrà al Tour de France. Gli otto corridori della squadra australiana saranno Adam Yates, Jack Bauer, Luke Durbridge, Mathew Hayman, Michael Hepburn, Damien Howson, Daryl Impey e Mikel Nieve.

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

Foto Giro D’Italia – Pagina Facebook ufficiale

  •   
  •  
  •  
  •