Giro dello Utah tappa 1: Travis McCabe vince a Cedar City, Van Garderen mantiene la maglia gialla

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Travis McCabe ha vinto la tappa 1 del Giro dello Utah, con partenza e arrivo nella località di Cedar City. Il corridore della United Healthcare, al termine dei 162,5 km di corsa, si è imposto allo sprint dove si è letteralmente tolto di ruota tutti gli avversari. Secondo posto per Ulises Castillo della Jelly Belly, terzo classificato Edwin Avila della Israel Cycling Academy.
Tejay Van Garderen, vincitore del prologo di ieri, mantiene la maglia gialla di leader della classifica generale, con 2 secondi sullo stesso McCabe e 4 su Joey Rosskopf.

Dopo la partenza, prende presto il largo una fuga di 4 uomini: Evan Huffman della Rally Cycling, Daan Olivier della Lotto-Jumbo, George Simpson della Elevate-KHS e Lionel Mawditt della Jelly Belly. Il quartetto arriva ad accumulare un vantaggio massimo di circa 4’30” sul gruppo, che poi gradualmente comincia il suo recupero.
I fuggitivi rimangono insieme fino all’attacco del secondo GPM di giornata, quando Olivier stacca i compagni di avventura poco dopo l’inizio dell’ascesa. Il corridore olandese percorre l’intera salita da solo e scollina con un vantaggio superiore ai 2 minuti sul plotone, che nel corso della scalata riprende gli altri tre attaccanti. Durante il successivo lungo tratto di discesa, il gruppo riduce fortemente il gap dal fuggitivo, fino a riprenderlo quando mancano 16 km alla conclusione. In quel frangente, prova un attacco Luis Lemus della Israel Cycling Academy. Il messicano riesce a guadagnare un margine massimo di 15 secondi e dopo aver percorso pochi km in avanscoperta viene riassorbito ai -12 dal traguardo. A quel punto scoppia la bagarre per il successo di tappa.
A 7 km dall’arrivo scatta dal gruppo Neilson Powless della Lotto-Jumbo, ma anche questo tentativo viene sventato all’inizio dell’ultimo giro del circuito finale. All’inizio dell’ultimo passaggio del circuito finale sono Ivan Santaromita della Nippo-Vini Fantini e Serghei Tvetcov della United Healthcare a tentare di beffare il gruppo, ma anche il loro attacco viene rintuzzato dal plotone.
Inevitabile a quel punto la volata di gruppo, dove McCabe si impone di autorità su tutti i rivali.

Leggi anche:  Vincenzo Nibali, il programma fino a Tokyo

La tappa 2, in programma domani, è lunga 142,6 km. Si parte e si arriva nella città di Payson. Il percorso, dopo una prima parte non particolarmente impegnativa, prevede un solo GPM la cui vetta è situata a circa 2800 metri di altitudine. L’asperità non dovrebbe però essere decisiva per le sorti della frazione, dal momento che si scollina a più di 30 km dal traguardo e la parte finale del tracciato è quasi tutta in discesa, fattore che permetterà di rientrare a molti corridori che dovessero perdere contatto nella precedente scalata.

CLASSIFICA TAPPA 1 – 1. T.McCabe (United Healthcare) in 4h17’05”; 2. U.Castillo (Jelly Belly) s.t.; 3. E.Avila (Israel Cycling Academy) s.t.; 4. B.Bookwalter (BMC) s.t.; 5. K.Reijnen (Trek-Segafredo) s.t.
CLASSIFICA GENERALE – 1.T.Van Garderen in 4h23’31”; 2. T.McCabe +2”; 3. J.Rosskopf +4”; 4. N.Powless +7”; 5. P.Eenkhoorn +11”.

  •   
  •  
  •  
  •