Giro di Germania tappa 2: Maximilian Schachmann nuova maglia rossa, sua la vittoria a Trier

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Maximilian Schachmann ha vinto la tappa 2 del Giro di Germania. Il corridore della Quick-Step Floors si è aggiudicato la frazione da Bonn a Trier, lunga 193 km, battendo in una volata a quattro Matej Mohoric (Bahrain Merida), Tom Dumoulin (Sunweb) e Nils Politt (Katusha Alpecin), che hanno chiuso nell’ordine alle sue spalle. I quattro erano fuoriusciti dal gruppo in cima all’ultimo strappo di giornata, posto a pochi km dal traguardo.
Schachmann è anche la nuova maglia rossa della gara, guidando la classifica generale con 4 secondi di vantaggio su Mohoric e Dumoulin.

Dopo il via, prende il largo una fuga di 4 uomini: Etienne Van Empel (Roompot), Patrick Haller (Heizomat Rad-Net), John Mandrisch (Dauner) e Gaetan Pons (Leopard). Il quartetto accumula un margine di vantaggio di poco superiore ai 3 minuti sul gruppo.
Il quartetto viene raggiunto appena inizia la battaglia nel plotone sui vari GPM posti nella seconda parte della corsa. a una sessantina di km dal traguardo. Sono molti i tentativi di allungo che si verificano nei chilometri successivi, tutti prontamente rintuzzati dal gruppo, fino a che ai -37 dalla conclusione scattano Luke Rowe (Sky) e Scott Davies (Dimension Data). L’azione dei due corridori britannici fa da trampolino di lancio per altri 9 atleti, che si uniscono al duo dando vita a un’azione decisamente interessante. I fuggitivi mettono a dura prova gli inseguitori, guadagnando 30 secondi di vantaggio. In questa fase, i più attivi sono Mohoric  e Pascal Ackermann (Bora Hansgrohe), i quali tentano più volte di togliersi di ruota i compagni di avventura. Ed è proprio la mancanza di accordo a rovinare i piani degli attaccanti, riassorbiti a 12 km dall’arrivo.
L’azione che decide la corsa si decide in cima all’ultimo strappo di giornata, a 7 km dall’arrivo, dove se ne vanno Dumoulin e Schachmann. I due vengono poi raggiunti da Mohoric e Politt a ridosso del traguardo e si giocano il successo allo sprint, dove è il corridore della Quick-Step a prevalere.

Domani la tappa 3 proporrà un percorso non troppo diverso dalla frazione odierna, anche se meno duro. Si parte da Trier per arrivare a Merzig dopo 175,5 km di gara. 5 i GPM da affrontare, 4 dei quali negli ultimi 46 km di corsa.

CLASSIFICA TAPPA 2 – 1. M.Schachmann (Quick-Step Floors) in 4h10’50”; 2. M.Mohoric (Bahrain Merida) s.t.; 3. T.Dumoulin (Sunweb) s.t.; 4. N.Politt (Katusha Alpecin) s.t. 
CLASSIFICA GENERALE
– 1. M.Schachmann in 8h25’34”; 2. M.Mohoric +4”; 3. T.Dumouin s.t.; 4. N.Politt +10”; 5. J.Van Rensburg +18”; 6. P.Vanspeybrouck s.t.; 7. D.Caruso +19”; 8. F.Backaert +20”; 9. R.Bardet +21”; 10. N.Van der Lijke +22”.

  •   
  •  
  •  
  •