Julian Alaphilippe vince la Clasica San Sebastian

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Prosegue il momento magico di Julian Alaphilippe. Dopo un ottimo Tour De France, concluso con due vittorie di tappa e la conquista della maglia a pois, il francese della Quick-Step Floors si è aggiudicato anche la Clasica San Sebastian, corsa in linea basca appartenente al circuito World Tour.
Al secondo posto si è piazzato Bauke Mollema della Trek-Segafredo, battuto allo sprint da Alaphilippe dopo che i due avevano allungato sull’ultima asperità di giornata. Il terzo posto è andato ad Anthony Roux della Groupama-FDJ, che si è imposto nella volata dei battuti.

La corsa entra nel vivo a una sessantina di km dalla conclusione, quando il Team Sky prende l’iniziativa lungo la seconda ascesa sullo Jaizkibel. Il ritmo imposto dai corridori della squadra britannica impedisce agli avversari di provare allunghi nel corso della salita, mentre al comando, con un vantaggio di una trentina di secondi, si trova Cyril Barthe della Euskadi-Murias, in fuga dal mattino.
L’avventura del francese termina a 38 km dall’arrivo, quando viene raggiunto e staccato da Kanstantsin Sioutsou della Bahrain-Merida, Ian Boswell della Katusha-Alpecin e Winner Anacona della Movistar, appena fuoriusciti dal gruppo. Il loro tentativo ha però breve durata e il terzetto viene riassorbito lungo la penultima asperità di giornata, l’Arkale. Nei km successivi, si verificano altri attacchi, che però vengono sempre prontamente stoppati dal plotone. A 20 km dal traguardo, una grossa caduta, innescata da una distrazione di Benjamin King, spezza in due il gruppo. Rimangono coinvolti, tra gli altri Primoz Roglic, Tony Gallopin, Gorka Izagirre, Mikel Landa ed Egan Bernal. Sono proprio questi ultimi tre a riportare le conseguenze più serie, rimanendo a lungo a terra e dovendo abbandonare la gara. Poco dopo un’altra caduta taglia fuori anche Pavel Kochetkov della Katusha-Alpecin.
Si giunge quindi all’ultima salita della corsa, la terribile rampa del Mungil Tontorra. Il primo ad allungare è Antwan Tolhoek della Lotto-Jumbo, seguito a breve distanza da Rudy Molard della Groupama-FDJ. I due  vengono ripresi e staccati in vetta, posta a 8 km dall’arrivo, da Bauke Mollema e Julian Alaphilippe, che si lanciano nella discesa che conduce all’arrivo con un vantaggio netto sugli avversari. Dietro alla coppia di testa, si forma un quartetto di inseguitori, formato da Ion Izagirre, Greg Van Avermaet e dai due precedenti attaccanti, che però stentano a trovare un accordo, permettendo ai fuggitivi di guadagnare terreno, fino ad accumulare un vantaggio superiore ai 30”.
Mollema e Alaphilippe proseguono di comune accordo fino al traguardo, dove il francese batte facilmente l’olandese nello sprint a due. La volata per il terzo posto se l’aggiudica Roux.

CLASSIFICA FINALE – 1. J.Alaphilippe (Quick-Step Floors) in 6h03’45”; 2. B.Mollema (Trek-Segafredo) s.t.; 3. A.Roux (Groupama-FDJ) +16”; 4. G.Van Avermaet (BNC) s.t.; 5. J.Simon (Cofidis) s.t.; 6. R.Uran (Education First) s.t.; 7. J.Izagirre (Bahrain-Merida) s.t.; 8. R.Gesink (Lotto-Jumbo) s.t.; 9. S.Kruijwijk (Lotto-Jumbo) s.t.; 10. A.Tolhoek (Lotto-Jumbo) s.t.

  •   
  •  
  •  
  •