Tour of Britain: Wout Poels vince la tappa 6, Julian Alaphilippe conquista la maglia verde

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Wout Poels ha vinto la tappa 6 del Tour of Britain, con partenza da Barrow-in-Furness e arrivo in vetta a Whinlatter Pass. Il corridore del Team Sky, dopo un bel testa a testa conclusivo, ha preceduto Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) di 2 secondi, mentre in terza posizione, con un ritardo di 12 secondi, si è piazzato Hugh Carthy (Education First).
La nuova classifica generale vede al comando proprio il francese della Quick-Step, battuto nella volata odierna, che ha comunque approfittato della leggera crisi accusata negli ultimi km dall’ex maglia verde Primoz Roglic. Poels è secondo, staccato di 17 secondi dal rivale, mentre lo sloveno retrocede al terzo posto, con un gap dalla testa della graduatoria di 32 secondi.

La corsa ha visto inizialmente prendere il largo un’ azione di 4 uomini: Tony Martin (Katusha Alpecin), Vasil Kiryienka (Team Sky), Connor Swift (Madison Genesis) e James Shaw (Lotto Soudal). Il quartetto arriva ad accumulare un vantaggio massimo di circa 3 minuti sul gruppo.
I fuggitivi riescono a gestirsi molto bene nel corso della gara e rendono la vita molto dura al plotone nell’inseguimento, venendo riassorbiti a 3 km dal traguardo, già lungo le rampe dell’ascesa finale. A quel punto si scatena la bagarre. Bob Jungels cerca di imporre un’andatura elevata, nel tentativo di fare selezione, fino a quando ai -2 il suo compagno Alaphilippe scatta. Solamente Roglic e Carthy riescono a tenere il suo ritmo e i tre fanno presto il vuoto. In vista dello striscione dell’ultimo km, il francese tenta un altro allungo, con il corridore della Education First che risponde senza problemi, mentre la maglia verde si pianta letteralmente e perde vistosamente contatto.
Da dietro, riemerge Wout Poels, che si riaccoda al duo di testa dopo una bella azione. L’olandese, nelle ultime centinaia di metri, allunga sui rivali e va a vincere la tappa.

Leggi anche:  Elia Viviani torna in pista in vista di Giro e Tokyo

La tappa 7, in programma domani, presenta un percorso vallonato ma non troppo impegnativo dal punto di vista altimetrico. Frazione lunga, lunga ben 215 km, con partenza da West Bridgeford e arrivo a Mansfield. I GPM da affrontare sono 3, posti tutti nei primi 70 km di gara, ma l’intero tracciato è decisamente mosso ed è quindi improbabile ipotizzare un arrivo in volata. Potrebbe essere l’occasione giusta per i cacciatori di fughe.

CLASSIFICA TAPPA 6 – 1. W.Poels (Team Sky) in 4h01’51”; 2. J.Alaphilippe (Quick-Step Floors) +2”; 3. H.Carthy (Education First) +12”; 4. J.Hivert (Direct Energie) +21”; 5. P.Bevin (BMC) s.t.; 6. T.Pidcock (Team Wiggins) s.t.; 7. X.Meurisse (Wanty Groupe Gobert) s.t.; 8. D.Smith (Wanty Groupe Gobert) s.t.; 9. M.Stedman (Canyon Eisberg) s.t.; 10. J.Sutterlin (Movistar) s.t.

Leggi anche:  Dove vedere Giro di Turchia 2021, streaming e diretta tv Rai Sport?

CLASSIFICA GENERALE – 1. J.Alaphilippe in 19h46’54”; 2. W.Poels +17”; 3. P-Roglic +32”; 4. P.Bevin +46”; 5. B.Jungels +51”; 6. J.Sutterlin +58”; 7. N.Powless +1’09”; 8. D.Strakhov +1’24”; 9. C.Hamilton +1’28”; 10. P.Eenkhoorn +1’35”.

  •   
  •  
  •  
  •